By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following in "Read more" button.

English

11. Using the elastic thread as an implant in monolateral labiopalatoschisis

KEYWORDS: labiopalatoschisis, hare lip, raising the floor of the nostril.

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

This patient suffered from lowering of the floor of the nostril, as is typical in labiopalatoschisis. To correct this defect, the nostril has to be raised by a third of its total height.
First, an area of the abdominal region is anaesthetised in order to carry out Adipofilling in the lip. A slight correction of the vermilion border is made.
The procedure to raise the floor of the nostril now begins. A N° 15 scalpel is used to make a small incision anterior to the inferior border of the nostril. The blade penetrates to the desired depth. Creation of a prosthetic pocket is now started by means of small round-tipped scissors. Blunt dissection is delicately performed beneath the scar, in the direction of the columella. Dissection extends to the lower portion of the columella. The operator’s assistant uses a finger to check the distance of the dissection from the mucosa. The pocket is now created under the wing of the nose. The operator keeps to the bony plane.

Once the prosthetic pocket is deemed to be adequate, insertion of the elastic thread is begun. The elastic thread (Elasticum EP 4) has previously been bathed in physiological solution containing gentamycin and clindamycin. Bathing the elastic thread enables it to be integrated more rapidly, in that it is more easily colonised by connective cells. Once the first 25 cm of elastic thread has been inserted into the pocket, the result is evaluated. As correction is deemed to be insufficient, a further 25 cm of thread is inserted; the elastic thread is inserted beneath the areas that remain to be raised. The result is again assessed. Another 25 cm of thread is needed. The wing of the nose is raised further. The result obtained so far is again judged to be insufficient; the wing of the nose has been adequately raised, but the floor of the nostril requires further correction. This is done by inserting another 25 cm of elastic thread. On account of its biocompatibility and the fact that it adapts well to any type of small correction, the Elasticum thread makes an excellent prosthesis. When the last 25 cm of elastic thread has been inserted, the small skin incision is sutured. A total of 1 m of elastic thread has been implanted.
The procedure is completed by injecting the suspension of adipose and stromal cells into the lip and beneath the cutaneous scar. This suspension of adipose and stromal cells is used because of its biological action on the vertical scar and because it slightly enhances lip volume.
A small amount of Adipofilling is injected into the central portion of the vermilion border with a 25 G needle.
At the end of the procedure, the correction appears to be adequate. The floor of the nostril has been raised. Six months later, the result appears to be stable.

11.0

Result after implantation of 1 m of elastic thread

Rava C. (2010): Using the elastic thread as an implant in monolateral labiopalatoschisis. CRPUB Medical Video Journal. Elastic Plastic Surgery section. http://www.crpub.org

FAQ

Can the elastic thread be used as an implant to correct defects due to cranial injuries, as well as in the case of labiopalatoschisis?

Yes. The elastic thread is an extremely biocompatible and inert prosthetic material. It can be used with precision to correct bone defects that cause visible alterations.

Have any of the patients that you have treated with the elastic thread suffered any complications?

No, we have never had any complications. The patient shown in the video had moderate itching for a few days; this resolved spontaneously without requiring any pharmacological treatment.

What precautions need to be taken by surgeons who performed this procedure?

I suggest that they should bathe the elastic thread in a small amount of physiological solution enriched with an antibiotic. Bathing the thread enables it to be integrated more rapidly. A week of antibiotic prophylaxis is also advisable.

POST-PUBLICATION REVIEW

Video publication (11) shows the elastic thread being used as an implant to correct small bone defects. Recently, this utilisation has been extended to the soft tissues of the lip, where it is able to modify the nasolabial angle (27). In this latter procedure, hyper-correction is advisable. (30/07/15)

Italian

11. Utilizzo del filo elastico come impianto nella labiopalatoschisi monolaterale

KEYWORDS: labiopalatoschisi, labbro leporino, sollevamento del pavimento della narice.

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

La paziente deve correggere l’abbassamento del pavimento della narice caratteristico delle labiopalatoschisi. In questo caso è necessario sollevare la narice di un terzo della sua altezza totale.
Si anestetizza un’area nella regione addominale per realizzare un Adipofilling nel labbro. Una piccola correzione del vermiglio è realizzata.
Si interviene ora per sollevare il pavimento della narice. Si effettua un piccolo taglio con il bisturi numero 15, anteriormente al bordo inferiore della narice. La lama raggiunge la profondità desiderata. Con una piccola forbice a punta smussa si inizia la realizzazione della tasca protesica. Delicatamente si scolla al di sotto della cicatrice, in direzione della columella. Lo scollamento si estende nella porzione più bassa della columella. L’aiuto controlla con un dito la distanza dello scollamento dalla mucosa. Adesso è effettuata la tasca al di sotto dell’ala del naso. L’operatore si mantiene sul piano osseo.

Controllata l’adeguatezza della tasca protesica si inizia l’introduzione del filo elastico. Il filo elastico (Elasticum EP 4), è stato precedentemente bagnato in una soluzione di Gentamicina e Clindamicina in soluzione fisiologica. Bagnare il filo consente una più rapida integrazione del filo elastico. Il filo bagnato è più facilmente colonizzato dalle cellule connettivali. Introdotti nella tasca i primi venticinque centimetri di filo elastico si valuta il risultato. La correzione è insufficiente. Sono necessari altri venticinque centimetri. Il filo elastico è introdotto al di sotto delle aree ancora da sollevare. Si valuta ora il sollevamento della narice. Sono necessari altri venticinque centimetri di filo elastico. Si solleva ulteriormente l’ala del naso.
Si valuta il risultato ottenuto fino ad ora. La correzione non è ancora sufficiente. L’ala del naso appare sollevata adeguatamente ma il pavimento della narice richiede una ulteriore correzione. Si introducono pertanto altri venticinque centimetri di filo elastico. Il filo Elasticum è una ottima protesi per la sua biocompatibilità e perché si adatta bene a qualsiasi tipo di piccola correzione.
Terminata l’introduzione degli ultimi venticinque centimetri di filo elastico si sutura il piccolo taglio cutaneo. Complessivamente è stato impiantato un metro di filo elastico.
L’intervento è completato con l’iniezione nel labbro e al di sotto della cicatrice cutanea della sospensione di cellule adipose e stromali. La sospensione di cellule adipose e stromali sono utilizzate per la loro azione biologica sulla cicatrice verticale e, in minima parte per aumentare i volumi del labbro.
Una piccola quantità di Adipofilling è iniettata nella porzione centrale del vermiglio con un ago 25 G.
Alla fine dell’intervento la correzione appare adeguata. Il pavimento della narice è stato sollevato. A distanza di sei mesi il risultato appare stabile.

11.0

Il pavimento della narice è stato sollevato con l’impianto di 1 m di filo elastico

Rava C. (2010): Utilizzo del filo elastic come impianto nella labiopalatoschisi monolaterale. CRPUB Medical Video Journal. Elastic Plastic Surgery section. http://www.crpub.org

FAQ

Il filo elastico oltre che per la labiopalatoschisi può essere utilizzato  come impianto per gli esiti dei traumi cranici?

Si. La sutura elastica rappresenta un materiale protesico estremamente biocompatibile e inerte. Il filo elastico è idoneo a correggere con precisione i difetti ossei che provocano alterazioni visibili.

I pazienti che avete trattato con l’impianto di filo elastico hanno avuto qualche complicanza?

Non abbiamo avuto alcuna complicanza. La paziente del filmato ha avuto per alcuni giorni un discreto prurito che si è risolto spontaneamente senza terapia farmacologica.

Che precauzioni devono avere i chirurghi che eseguono questo intervento?

Suggerisco loro di bagnare il filo in poca soluzione fisiologica arricchita di antibiotico. Bagnare il filo consente una più rapida integrazione dello stesso. Una terapia antibiotica per una settimana è raccomandabile.

POST-PUBLICATION REVIEW

La pubblicazione video (11) mostra Il filo elastico utilizzato come impianto nei piccoli difetti ossei. Recentemente il suo utilizzo è stato esteso ai tessuti molli del labbro dove è in grado di modificare l’angolo nasolabiale (27). In questo ultimo intervento è consigliabile una ipercorrezione. (30/07/15)