By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following in "Read more" button.

English

08. Neck lift with two elastic threads

KEYWORDS: neck lifting, elastic suture, two-tipped needle.

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

After undergoing an elastic MACS lift of the cheeks, this patient also noted a marked improvement in the lateral cervical region. However, some excess skin remained in the central area of the neck. This defect can easily be corrected by means of elastic neck lifting; unlike traditional lifting techniques, this procedure does not require blunt dissection of the skin of the neck.

8.0

Elastic neck lifting without blunt dissection of the neck. The area of dissection is shown in red.

The skin is placed under tension by applying traction to both sides of the neck. The angle between the submental and cervical regions is marked out with a dermographic pen. The line indicates the pathway of the thread, which will be anchored in Loré’s fascia in a position anterior to the ear. This ambulatory procedure is performed under local anaesthesia. The anaesthetic causes whitening of the skin in the small area of dissection and along the line where the elastic thread is to be implanted. Sedation is optional.
A U-shaped incision is made in the inferior portion of the ear and minimal blunt dissection is performed; dissection involves an area slightly more than twice that of the skin to be removed. The incision and dissection are carried out symmetrically in the contralateral region.
A small incision is made with a n° 15 scalpel in the centre of the demarcation line between the submental region and the anterior cervical region. The two-tipped Jano Needle® passes superficially through Loré’s fascia between the tragus and the earlobe, in order to anchor the elastic thread. The needle is then inserted along the previously drawn line. The operator moves the needle up and down slightly to check that it is progressing at the correct depth; the thread must not be implanted to superficially.
The 16.5 cm Jano Needle® emerges from the small incision made in the central region of the neck. The EP3.5 elastic thread is pulled through. The tip of the needle is then reinserted into the small incision and the needle travels back to Loré’s fascia, following a pathway that is a few centimetres above the previous one. The needle emerges in the preauricular region. A thread is passed through the loop that has been formed as the elastic thread returns. The tip of the Jano needle® now passes through Loré’s fascia in the contralateral periauricular region. The needle is inserted under the line of demarcation between the submental and anterior cervical regions. The elastic thread is pulled through and the needle is completely withdrawn from the small central incision. The needle is passed through the loop formed by the first thread and returns in the opposite direction along a pathway that is a few millimetres above the first one. The two threads are now placed under traction simultaneously by the operator and his/her assistant. As the thread is pulled, the excess skin becomes evident. The threads are knotted. The traction exerted by the elastic threads recreates a pleasing cervical angle. The excess skin is removed anteriorly and posteriorly to the ear. The amount of skin excised is less than it appeared to be after dissection, since some of this skin will fill in the concavity resulting from the restoration of the cervicomental angle.

8.1

Elastic neck lifting without dissection: one week later, following removal of the stitches.

This minimally traumatic ambulatory procedure does not require dissection of the neck skin and yields a natural result. Elastic neck lifting can be carried out immediately after liposuction of the neck and cheeks or at the same time as Elastic MACS lifting.

Capurro S. (2010): Neck lift with two elastic threads. CRPUB Medical Video Journal. Elastic Plastic Surgery section. http://www.crpub.org

FAQ

How much anaesthetic is needed for this procedure?

Little: 25 ml /30 ml of 1% lidocaine with epinephrine is enough.

Does this operation avoid blunt dissection of the neck skin?

Yes. In traditional procedures, the neck skin has to be dissected. In this procedure, it does not. This means that the operation is far less traumatic; it can be performed in an ambulatory setting and healing is rapid. If the patient has long hair and no liposuction of the neck and cheeks has been carried out, she does not even have to take time off work.

Can the procedure be performed even in the most severe cases of neck ptosis?

Yes. Obviously, the skin incisions and dissection will be more extensive and elastic neck lifting will have to be preceded by liposuction of the neck and cheeks. When the neck skin droops severely, there is always an excess of adipose tissue.

Anchoring the thread to Loré’s fascia is very innovative, in that threads in the neck have always been anchored to the mastoid process. Does this new strategy involve any risks?

We have never had any problems. Loré’s fascia is thick and tough and the facial nerve is deep.

Does the patient experience any discomfort after implantation of the thread?

No patient has ever complained after implantation of the elastic thread. Even if the thread is placed under considerable traction, it is perfectly accepted after a few days. It should also be pointed out that attaching the thread anteriorly avoids difficulties in breathing or swallowing. Elastic neck lifting is a truly extraordinary procedure and I am very glad to have invented it.

When did you get this idea?

When I attended a course on face-lifting with anatomical dissection in Brussels. The course was held by two surgeons, Pelle Ceravolo and Botti, who proved to be very able teachers and who were very well-prepared (as indeed was the rest of their team). As I have always been interested in innovative techniques, I set about investigating the feasibility of deep face-lifting beneath of periosteum of the zygomatic arch, an idea that I have since abandoned. However, during the course, I realised that Loré’s fascia would make a perfect point of anchorage for the elastic thread. This idea fits in with the spirit of my procedures, which must be ambulatory, conducted under local anaesthesia, as efficacious as possible and minimally traumatic, involve minimal dissection and offer rapid restitutio ad integrum. If I think that one of my patients went out to dinner on the same day as she had undergone neck lifting, I am truly satisfied with this procedure!

Is it possible to perform elastic neck lifting with a single thread, without making the submental incision?

Yes. In this case, the 16.5 cm needle is rotated through 180° and there is only one knot at the first entry point of the needle. Indeed, we now commonly use a single thread. Two elastic threads may, however, be used to tighten up the skin if there are residual skin folds under the chin.

POST-PUBLICATION REVIEW

In video publication (8), an incision has been made in front of the ear and blunt dissection has been carried out. Today, this can be avoided. During this procedure, the excess skin following dissection is markedly reduced after the implantation of the elastic thread, which restores the cervico-mandibular angle. For this reason, incisions and dissections in this region can be avoided, thereby obtaining aesthetic and trophic advantages.
The use of two elastic threads can also be avoided; one thread between the two fasciae of Loré can be used.
The minimal amount of skin that is removed from the lateral region of the face clearly indicates that dissection of the cervical region is unnecessary. The skin of the neck can simply be repositioned laterally, where it corrects the scrawny appearance of the neck (typical of the elderly) and upwards, where the excess skin is used to cover the restored cervico-mandibular angle.
The procedures currently applied to the neck are: horizontal liposuction to treat a double chin by means of a 2 mm cannula; and the implantation of an elastic thread between the two fasciae of Loré, to restore the cervico-mandibular angle. The first pathway of the elastic thread is deep within the natural cervico-mandibular angle. The second pathway is about 1 cm from the first; it may be positioned inferiorly, to lift the lower neck skin upwards, or superiorly, to support the slack submental tissues. The elastic threads exerting traction on the platysma, which are anchored to the fasciae of Loré, reach the point of traction 2 cm or 3 cm from the median anterior line of the neck. Here, the Jano needle is rotated, is displaced by ½ cm or 1 cm from the first pathway, and returns in the opposite direction, emerging from the entry incision, where the two ends of the elastic thread are tightened and knotted. In lifting of the lower neck, the skin and tissue volumes of the neck are repositioned laterally by means of the efficacious traction triangles.
The more lateral suspension threads implanted in the cheeks (elastic lifting of the cheeks without dissection and elastic MACS lift) also have an effect on the neck region.
Regarding the incision in front of the lower part of the ear, we no longer do this, nor do we remove the skin in this region.
Elastic lifting of the upper neck is carried out during elastic MACS lifting. An incision is made which runs around the lower part of the sideburn and stops at the tragus; a tunnel is then created immediately above the fascia of Loré. If the patient requests only neck lifting, an 8mm incision is made behind the lobe of one ear, to restore the cervico-mandibular angle; if traction needs to be applied to the submental platysma, incisions are made behind both earlobes. We consider it unnatural to apply excision and traction to the platysma through submental incisions. (30/07/15)

Italian

08. Lifting del collo con due fili elastici e minimo scollamento sottocutaneo

KEYWORDS: neck lifting, elastic suture, two-tipped needle.

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

Dopo un MACS lift elastico delle guance, la paziente ha avuto un notevole miglioramento anche nella regione cervicale-supero laterale ma è residuata un’eccedenza cutanea nell’area centrale del collo. Tale difetto è facilmente correggibile con l’Elastic Neck lift senza scollare il collo, com’è necessario fare nei lifting tradizionali.

8.0

Elastic Neck lift senza scollamento del collo. In rosso l’area di scollamento.

Trazionando la pelle da entrambi i lati si segna con una penna dermografica l’angolo tra la regione sottomentoniera e mandibolare e la regione cervicale. La linea segna il passaggio del filo che sarà ancorato anteriormente all’orecchio, nella fascia di Loré. L’intervento è ambulatoriale, in anestesia locale. Si nota lo sbiancamento della cute determinato dall’anestesia effettuata nella piccola area di scollamento e lungo la linea d’impianto del filo elastico.
La sedazione è facoltativa.
Si esegue un taglio a U nella porzione inferiore dell’orecchio e si esegue uno scollamento limitato, Poco più del doppio della cute che sarà rimossa. Il taglio e lo scollamento sono effettuati in maniera simmetrica anche nella regione controlaterale.
Un piccolo taglio con il bisturi n° 15 è effettuato nel centro della linea di demarcazione tra la regione sottomentoniera e la regione cervicale anteriore. L’ago a due punte Jano Needle® attraversa superficialmente la fascia di Loré tra il trago e il lobo per fissare il filo elastico. L’ago è introdotto lungo la linea prefissata. L’operatore esegue piccoli movimenti verificando la corretta profondità d’inserzione dell’ago a due punte. È importante che il filo non sia impiantato troppo in superficie.
Il Jano Needle® lungo 16,5 cm fuoriesce dal piccolo taglio eseguito nella regione centrale del collo. Il filo elastico EP3,5 è recuperato. La punta rientra quindi nel piccolo taglio e l’ago ritorna alla fascia di Loré passando alcuni mm sopra il tragitto in precedenza effettuato. L’ago fuoriesce nella regione preauricolare. Un filo è passato nell’ansa che si è formata.
La punta del Jano needle® attraversa la fascia di Loré nella regione preauricolare controlaterale. Il Jano needle è introdotto sotto la linea di demarcazione dell’angolo tra la regione sottomentoniera e la regione cervicale anteriore. Il filo elastico è ritirato e l’ago è completamente estratto dal piccolo taglio centrale. L’ago passa attraverso l’ansa formata dal primo filo e ritorna indietro mantenendosi alcuni millimetri sopra al tragitto di andata. Trazionando il filo si rende evidente la pelle in eccesso. I due fili sono ora trazionati contemporaneamente dall’operatore e dall’aiuto. I fili sono annodati. La trazione dei fili elastici ricostruisce un angolo cervico-mandibolare piacevole. L’eccesso cutaneo è evidente. Si rimuove l’eccesso cutaneo anteriormente e posteriormente all’orecchio. L’escissione cutanea risulta più conservativa di quanto appaia dopo lo scollamento perché una parte di cute è richiesta per ricostruire l’angolo cervico-mandibolare.

8.1

Elastic Neck lift senza scollamento, dopo una settimana, alla rimozione dei punti.

L’Elastic Neck lift consente di ottenere un risultato naturale con un intervento ambulatoriale poco traumatico, non è, infatti, necessario lo scollamento del collo. L’Elastic Neck lift può essere eseguito subito dopo la liposuzione del collo e delle guance o contemporaneamente all’Elastic MACS lift.

Capurro S. (2010): Lifting del collo con due fili elastici. CRPUB Medical Video Journal. Elastic Plastic Surgery section. http://www.crpub.org

FAQ

Quanta anestesia occorre per eseguire questo intervento?

Poca, 25 ml /30 ml di lidocaina all’1% con epinefrina sono sufficienti.

Questo intervento evita lo scollamento del collo?

Sì. Con questo intervento non si scolla la cute della regione cervicale com’è necessario fare negli interventi tradizionali, quindi il trauma è molto ridotto, l’intervento è ambulatoriale e la guarigione è rapida. Se la paziente ha i capelli lunghi e non è stata eseguita una liposuzione del collo e delle guance, non è necessario interrompere l’attività lavorativa.

Può essere eseguito anche nei casi più gravi di ptosi del collo?

Sì. Naturalmente i tagli cutanei e lo scollamento saranno più estesi e l’Elastic Neck Lift dovrà essere preceduto dalla liposuzione del collo e delle guance. Quando il collo è molto ptosico c’è sempre un eccesso di tessuto adiposo.

Il fissaggio del filo alla fascia di Lorè è molto innovativo, perché il fissaggio dei fili nel collo è sempre stato mastoideo, esistono rischi?

Non abbiamo mai avuto problemi. La fascia è spessa e resistente, il nervo facciale è profondo.

Non c’è una sensazione di fastidio dopo l’impianto del filo?

Nessun paziente si è lamentato dopo l’impianto del filo elastico. Il filo, anche se messo in forte trazione, dopo pochi giorni il filo è perfettamente accettato. Ricordo che l’attacco anteriore elimina le problematiche respiratorie e di deglutizione. L’Elastic Neck lift è un intervento veramente straordinario e sono molto contento di averlo pensato.

Quando le è venuta questa idea?

Ho seguito un corso di Face lift con dissezione anatomica a Bruxelles con due chirurghi Botti e Pelle Ceravolo molto didattici e preparati (come del resto tutta l’equipe del corso). Poiché m’interesso di tecniche innovative, il mio scopo era valutare la fattibilità di un face lift profondo che passasse sotto il periostio dell’arcata zigomatica, idea che adesso ho abbandonato. Comunque durante il corso ho considerato la fascia di Loré come un perfetto attacco del filo elastico passante. Questa idea è in linea con lo spirito dei miei interventi che devono essere, ambulatoriali, in anestesia locale, avere la maggiore efficacia possibile, il minimo trauma, il minimo scollamento e la più rapida restituito ad integrum. Se penso che una mia paziente la sera stessa del lifting del collo è andata a cena fuori… sono veramente soddisfatto di questo intervento!

E’ possibile fare l’Elastic Neck lift con un solo filo, senza il taglio centrale?

Sì. In questo caso l’ago da 16,5 cm ruota di 180° e c’è un solo nodo nel primo punto d’ingresso dell’ago. Adesso usiamo più frequentemente una sola sutura.

Quando potrebbero essere necessarie due suture?

Quando residuano pliche cutanee sotto il mento. In questo caso dopo l’impianto di un unico filo elastico da parte a parte si possono impiantare anche due suture che non si embricano ma trazionano la cute sotto il mento.  

POST-PUBLICATION REVIEW

Nella pubblicazione video (8) è stata effettuata un’incisione davanti all’orecchio e uno scollamento che oggi è evitabile. Durante questo intervento si osserva che la cute in eccesso dopo lo scollamento si riduce notevolmente in seguito all’impianto del filo elastico che ripristina l’angolo cervico mandibolare. Per questo motivo in questa regione sono evitabili le incisioni e gli scollamenti, con vantaggi estetici e trofici.
Evitabile anche l’uso di due suture elastiche quando se ne può usare una sola tra le due fasce di Loré.
La minima quantità di cute asportata nella regione laterale del volto fa chiaramente comprendere che lo scollamento della regione cervicale è evitabile. La cute del collo può essere semplicemente riposizionata lateralmente, dove corregge la scheletrizzazione del collo (tipica degli anziani) e in alto, dove l’eccesso cutaneo è utilizzato per tappezzare il ripristinato angolo cervico-mandibolare.
Attualmente gli interventi che agiscono sul collo sono: la liposuzione orizzontale del doppio mento con cannula di 2 mm; la sutura elastica tra le due fasce di Loré, per il ripristino dell’angolo cervico-mandibolare. Il primo passaggio del filo elastico è nella profondità dell’angolo cervico-mandibolare naturale. Il secondo passaggio a circa 1 cm dal precedente, può essere posizionato inferiormente per trazionare verso l’alto la cute bassa del collo oppure può essere posizionato superiormente per svolgere un’azione di sostegno ai tessuti lassi sotto mentonieri; i fili elastici di trazione del platisma che si fissano alla fascia di Loré raggiungono il punto di trazione a due o tre cm dalla linea anteriore mediana del collo, qui il Jano needle ruota, si stacca di ½ cm o 1 cm, dal tragitto di andata e ritorna indietro uscendo dall’incisione di ingresso dove i due capi del filo elastico sono trazionati e annodati; il lifting del collo basso che riposiziona lateralmente la cute e i volumi del collo utilizzando gli efficaci triangoli di trazione.
Anche i fili elastici sospensivi più laterali delle guance (Lifting elastico delle guance senza scollamento e MACS lift elastico) hanno effetto sulla regione cervicale.
Per quanto riguarda l’incisione davanti alla parte bassa dell’orecchio oggi non la eseguiamo più e non asportiamo più la cute in questa regione.
Il Neck lift elastico alto è eseguito durante il MACS Lift elastico attraverso l’incisione che circonda la parte bassa della basetta e si ferma al trago, realizzando un tunnel subito sopra la fascia di Loré. Se il paziente richiede solo il Neck lift si effettua una incisione di 8 mm dietro il lobo di uno orecchio, per il ripristino dell’angolo cervico-mandibolare, di entrambe le orecchie, se è necessario effettuare la trazione del platisma sottomentoniero.
Consideriamo poco naturali tutte le aggressioni del platisma tramite le incisioni sottomentoniere. (30/07/15)