By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following in "Read more" button.

English

09. Adipolysis, percutaneous correction of malar pouches, immediately after upper and trans-conjunctival blepharoplasty with the Timed

KEYWORDS: upper blepharoplasty, trans-conjunctival blepharoplasty, timedsurgical Adipolysis, Timed apparatus.

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

This patient is to undergo upper and trans-conjunctival blepharoplasty by means of rapid pulsed timedsurgical cutting. Her malar pouches will be corrected by means of timedsurgical Adipolysis.
A partially insulated electrode inserted through the skin will eliminate the pouch by vaporizing the superficial and deep adipose cells.
Before the procedure, the operator draws lines on the skin to indicate the palpebral skin to be removed and the area where the malar pouch is present.
Local anesthesia is carried out by means of equal amounts of 2% mepivacaine and 2% lidocaine. We add ½ mg – 1 mg of epinephrine to the 10 ml vial of mepivacaine.
The operation begins with upper blepharoplasty. The Timed apparatus is set to 27 Watts, in the function “Cut” and the rapid pulsed cutting modality. The operator incises the skin along the lines previously drawn, without burning the edges of the incision. This particular type of cutting enables the stitches to be removed after only three days! An EM 10 White electromaniple is used, the tip of which is flexible and conical with a triangular cross-section of 0.08 mm. The flexible tip cuts by exploiting the elastic return of the electrode under tension. No hand and no instrument can equal the speed of timedsurgical cutting. This explains the absence of burning at the edges. The incision is extremely precise. The operator can choose whether to incise the skin exactly along the center of the line drawn preoperatively or along its upper or lower margin.
Once the skin has been incised at 27 Watts, the power of the Timed apparatus is increased to 50 Watts and the EM 10 White electromaniple is replaced with an EM 10 Green or an EM 10 Grey electromaniple, the diameters of which are 0.10 mm and 0.15 mm, respectively. The skin is then excised.
After removal of the skin, the septum orbitae is incised and the palpebral fat is removed. The patient is asked to make a sign if even the slightest pain is felt. A feeling of pain means that the local anesthetic has not spread adequately throughout the tissues and the epinephrine contained in the solution has not been able to exert its vasoconstricting effect, an effect which is necessary in order to maintain the operating field bloodless. Bleeding can also be prevented by injecting the anesthetic into the adipose pouches before their traction and removal.
The thin electrode allows perfect visibility, which is important for hemostasis. The operator patiently removes only the adipose pouches.
Spiral suturing begins from the lateral extremity of the incision in both eyelids. Once the first eyelid has been sutured, the 6 – 0 nylon thread is not knotted, but is left long so that it can be knotted with the thread suturing the contralateral eyelid.
Trans-conjunctival blepharoplasty is carried out through two 1 cm incisions, one lateral and one medial. Incision of the mucosa is carried out with the EM 10 White electromaniple at 38 Watts. After this incision, the power of the Timed apparatus is increased to 50 Watts and the EM 10 White electromaniple is replaced with an EM 10 Green or an EM 10 Grey electromaniple.
The fasciae covering the adipose pouch are incised. A Klemmer is used to grasp the adipose pouch. Before the pouch is removed, local anesthetic is injected around it in order to facilitate hemostasis and avoid any pain that may be caused by its traction. The fatty pouch is freed from the surrounding tissues.
The larger-sized electrode exerts a lesser cutting effect and a greater coagulating effect. After removing all the removable fat, we incise the mucosa in the medial portion of the conjunctiva. Through this incision, we complete the removal of the adipose pouches. These incisions do not need to be sutured. The orbicular muscle is undamaged. As the skin adapts to the concave surface that we have created, excision is rarely necessary.
Having completed blepharoplasty, we correct the malar pouch. For this purpose, we use an insulated EM 10 Green or an insulated EM 10 Grey electromaniple, from the tip of which the last 2 mm of Teflon insulation is removed. The Timed apparatus is set to the resurfacing function in the “Coag” mode, at 27 Watts or 38 Watts. The back-and-forth movement of the partially insulated electrodes vaporizes the adipose cells, reducing the volume of the subcutaneous tissue and causing the skin to retract. Vaporization by means of the resurfacing pulsed current is carried out both in depth and superficially, immediately beneath the dermis. When the electrode is more superficial, the heating action of the pulsed current is checked by touching the skin with a fingertip. The vaporizing action also extends around the malar pouch. It is important to correct malar pouches after lower blepharoplasty; if they are not treated, they will become more evident owing to the removal of the palpebral fat.
The treatment of large malar pouches requires more than one session. Nevertheless, the simplicity and minimally invasive nature of timedsurgical Adipolysis are of great satisfaction to the patient.
After six months, correction of the malar pouches proves to have been optimal. The patient requires no further corrective intervention.

9.0.en 

Capurro S. (2015) Adipolysis, percutaneous correction of malar pouches, immediately after upper and trans-conjunctival blepharoplasty, with the Timed apparatus. CRPUB Medical Video Journal. Timedsurgery section. http://www.crpub.org

FAQ

What advantages does rapid pulsed timedsurgical cutting have over scalpels and lasers?

Lasers burn the tissues and are difficult to control. A scalpel can certainly be used, but for palpebral surgery we prefer to use rapid pulsed cutting because it is hemostatic, does not deform the tissues, enables the skin and muscles to be incised with great precision, allows perfect visibility and halves the healing times required for scalpel incisions. Moreover, when pulsed timedsurgical cutting is used on the mucosa, for example on the vermilion border, it does not leave any visible scars.

What are the characteristics of the electromaniples?

The electromaniples are used to carry out the numerous (more than 70) standardized techniques of Timedsurgery. The EM10 electromaniples have flexible, conical tips with a triangular cross-section; they come in different sizes for use in the various applications (EM10 White 0.08 mm, EM10 Green 0.10 mm, EM10 Grey 0.15 mm, EM10 Yellow 0.20 mm, EM10 Black 0.30 mm. The EM15 has a 1.5 mm cylindrical tip).

In the lower eyelid, are the adipose pouches completely removed?

Yes, completely. The adipose pouches of the eyelids retain water and swell according to the amount of sodium in the diet or as a result of dietary intolerance. If the region has little subcutaneous tissue, we can also perform Adipofilling, which can correct the lachrymal sulcus and bags under the eyes or enhance the volume of the malar region.

Some surgeons say that adipose pouches in the lower eyelid should not be removed completely. What do you think of that view?

Congenital weakness of the septum orbitae allows the retrobulbar adipose tissue to herniate through to the surface. Adipose pouches therefore occupy an anatomically anomalous position. This alone is sufficient reason to remove them. Moreover, in addition to eliminating swelling of the eyelids, the complete removal of adipose pouches creates a recess that distends the skin. This is very useful in trans-conjunctival blepharoplasty, in which the skin is almost never removed. If we wanted to be a little malicious, we could say that removing all the pouches in lower blepharoplasty requires a degree of patience that not all operators have.

During vaporization of the tissues of a malar pouch, what can be felt with a fingertip when the electrode is superficial?

Heat. This heat also provides an indication of the depth of the electrode.

Do you have any other advice concerning this procedure?

I advise extending vaporization to the margins of the malar pouch in order to exploit the retraction of the tissues.

What can be done to prevent malar pouches from recurring?

The patient should undergo elastic lifting of the eyebrows and temporal regions. The lachrymal sulcus and the malar region can be corrected by means of Adipofilling. Naturally, an elastic MACS and Neck lift would have a further rejuvenating effect.

Is there any fibrosis of the subcutaneous tissue after Timedsurgical Adipolysis?

There is no visible fibrosis; Adipolysis specifically eliminates the adipose cells, and the micro-tunnels, though numerous, are too narrow to give rise to permanent hardening of the tissues; they do, however, have an effect on the retraction of the skin.

Upper blepharoplasty is the first esthetic surgery procedure used to counteract aging. Is that right?

Yes, but upper blepharoplasty is not only an esthetic procedure; it also has a functional effect. Removing the herniated fat enables the eyelids to be opened wider and more easily.

POST-PUBLICATION REVIEW

No comments yet

Italian

09. Adipolisi, correzione percutanea delle borse malari, subito dopo blefaroplastica superiore e transcongiuntivale, con il Timed

KEYWORDS: blefaroplastica superiore, blefaroplastica transcongiuntivale, Adipolisi timedchirurgica, Timed surgery.

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

La paziente sarà sottoposta a blefaroplastica superiore e transcongiuntivale, con il taglio timedchirurgico pulsato rapido. Le borse malari saranno corrette con l’Adipolisi timedchirurgica. Un elettrodo parzialmente isolato passando attraverso la cute, elimina la “borsa” vaporizzando in superficie e in profondità le cellule adipose.
Prima dell’intervento si esegue il disegno della cute palpebrale che sarà asportata e dell’area dove è presente la “borsa” malare.
L’anestesia locale è effettuata con mepivacaina 2% e lidocaina 2%, in parti uguali. Nella fiala da 10 ml di mepivacaina mettiamo da ½ mg a 1 mg di epinefrina.
L’intervento inizia con la blefaroplastica superiore. Il Timed è impostato a 27 Watt, nella funzione di Cut, e nella modalità di taglio pulsato rapido. L’operatore segue il disegno prefissato incidendo la cute, senza ustionarne i margini. Questo particolare tipo di taglio consente la rimozione dei punti dopo solo tre giorni! Si utilizza l’elettromanipolo EM 10 Bianco che possiede una punta elastica, conica, con sezione triangolare di 0,08 mm di diametro. La punta è una molla e taglia sfruttando il ritorno elastico dell’elettrodo messo in tensione. Nessuna mano e nessun strumento può eguagliare la velocità del taglio timedchirurgico. Questo spiega l’assenza di ustioni marginali. Il taglio è estremamente preciso. L’operatore può scegliere se incidere la cute esattamente nel centro della linea del disegno preoperatorio oppure nel margine inferiore o in quello superiore.
Incisa la cute a 27 Watt, la potenza del Timed è aumentata a 50 Watt e l’elettromanipolo EM 10 Bianco è sostituito con un elettromanipolo EM10 Verde o EM10 Grigio, rispettivamente di 0,10 mm di diametro o 0,15 mm di diametro. Si effettua quindi l’escissione della cute.
Asportata la cute si incide il septum orbitae e si asporta il grasso palpebrale. Al paziente è stato richiesto di segnalare la minima sensazione di dolore. Se c’è dolore l’anestetico locale non si è diffuso adeguatamente nei tessuti e l’epinefrina contenuta nella soluzione non ha potuto svolgere la sua azione di vasocostrittore, azione necessaria per mantenere il campo operatorio esangue. Il sanguinamento si può anche prevenire iniettando l’anestetico nelle borse adipose prima della loro trazione e asportazione.
Il sottile elettrodo consente una ottima visibilità importante per l’emostasi. L’operatore rimuove con pazienza esclusivamente le borse adipose.
La sutura a spirale inizia dall’estremità laterale dell’incisione in entrambe le palpebre. Alla fine della sutura della prima palpebra il filo di sutura nailon 6 – 0 non è annodato ma lasciato lungo per essere annodato con il filo che sutura la palpebra controlaterale.
La blefaroplastica transcongiuntivale avviene attraverso due incisioni di 1 cm, una laterale e una mediale. L’incisione della mucosa è effettuata con l’elettromanipolo EM10 Bianco a 38 Watt. Eseguita l’incisione la potenza del Timed è aumentata a 50 Watt e l’elettromanipolo EM10 Bianco è sostituito con un elettromanipolo EM10 Verde o EM10 Grigio.
Le fasce che ricoprono la borsa adiposa sono incise. Con una Klemmer si afferra la borsa di grasso. Prima di asportare la borsa si esegue l’anestesia locale nell’interno della stessa per motivi di emostasi e per evitare i dolori riflessi che possono derivare dalla sua trazione. La borsa di grasso è liberata dai tessuti circostanti.
L’elettrodo di maggiori dimensioni possiede un minore effetto di taglio e un maggiore effetto di coagulazione. Dopo aver asportato tutto il grasso asportabile, incidiamo la mucosa nella porzione mediale della congiuntiva. Attraverso questa incisione completiamo l’asportazione delle borse adipose. Le incisioni non devono essere suturate. Il muscolo orbicolare è indenne. La cute si adatta alla superficie concava che abbiamo ricreato e, raramente, necessita di escissione.
Completate le blefaroplastiche si corregge la ”borsa” malare. Si utilizza a tale scopo un elettromanipolo EM10 Verde isolato o EM10 Grigio isolato, da cui si rimuove l’isolamento in teflon negli ultimi due millimetri di punta. Il Timed è programmato nella funzione di resurfacing in Coag, a 27 Watt o a 38 Watt. Il movimento di va e vieni dell’elettrodo parzialmente isolato vaporizza le cellule adipose diminuendo il volume del tessuto sottocutaneo e provoca la retrazione della cute. La vaporizzazione con la corrente pulsata di resurfacing è eseguita in profondità e in superficie, subito sotto il derma. Quando l’elettrodo è più superficiale si controlla l’azione calorica della corrente pulsata toccando la cute con il polpastrello. L’azione di vaporizzazione si estende anche intorno alla “borsa” malare. La correzione della borsa malare, è importante dopo una blefaroplastica inferiore perché, se non è trattata, diventa più evidente a causa dell’asportazione del grasso palpebrale.
Il trattamento delle ” borse” malari di maggiori dimensioni richiede più sedute. La semplicità e la scarsa invasività della Adipolisi timedchirurgica la rende comunque particolarmente gradita ai pazienti.
Dopo sei mesi la correzione delle borse malari è ottimale. La paziente non necessita di ulteriori interventi correttivi.

9.0.it 

Capurro S. (2015) Adipolisi, correzione percutanea delle borse malari, subito dopo blefaroplastica superiore e transcongiuntivale, con il Timed. CRPUB Medical Video Journal. Timedsurgery section. http://www.crpub.org

 

FAQ

Che vantaggi ha il taglio timedchirurgico pulsato rapido rispetto al bisturi e al laser?

Il laser ustiona i tessuti, ed è di difficile controllo. Il bisturi si può certamente utilizzare ma per la chirurgia palpebrale preferiamo utilizzare il taglio pulsato rapido. Questo taglio è emostatico, non deforma i tessuti, consente una estrema precisione di incisione della cute e dei muscoli, permette una perfetta visibilità e dei tempi di guarigione dimezzati rispetto al taglio effettuato con il bisturi. Il taglio timedchirurgico pulsato usato sulle mucose, ad esempio sul vermiglio, non residua cicatrici visibili.

Che caratteristiche hanno gli elettromanipoli?

Gli elettromanipoli realizzano le numerose tecniche standardizzate (più di 70) della Timedsurgery. Gli elettromanipoli EM10 hanno una punta elastica conica di sezione triangolare e di diverso diametro per le diverse applicazioni (EM10 Bianco 0,08 mm, EM10Verde 0,10 mm, EM10 Grigio 0,15 mm, EM10 Giallo 0,20 mm, EM10 Nero 0,30 mm. L’EM15 ha una punta cilindrica di 1,5 mm).

Nella palpebra inferiore sono asportate completamente le borse adipose?

Sì, asportiamo completamente le borse adipose. Le borse adipose delle palpebre hanno la caratteristica di trattenere l’acqua e di gonfiarsi in relazione al contenuto di sodio alimentare o alle intolleranze. Se la regione ha poco tessuto sottocutaneo possiamo eseguire un Adipofilling che potrà correggere il solco lacrimale, l’occhiaia e aumentare la regione malare.

Alcuni chirurghi dicono che le borse adipose della palpebra inferiore non devono essere rimosse completamente, cosa ne pensa?

La debolezza congenita del septum orbitae consente al tessuto adiposo retro bulbare di erniare in superficie. Le borse adipose sono pertanto in una posizione anatomica anomala. Questo è un motivo sufficiente per la loro rimozione. L’asportazione completa delle borse adipose, oltre a eliminare il gonfiore delle palpebre, crea un incavo che distende la pelle. Questo fatto è molto utile nella blefaroplastica transcongiuntivale dove la cute non viene quasi mai asportata. Se vogliamo essere maliziosi dobbiamo dire che l’asportazione di tutte le borse nella blefaroplastica inferiore richiede una pazienza che non tutti hanno.

Nella vaporizzazione dei tessuti della “borsa” malare, quando l’elettrodo è superficiale cosa si sente con il dito?

Si sente calore. Il calore ci dà indicazioni anche sulla profondità dell’elettrodo.

Cosa consiglia in questo intervento?

Consiglio di allargare la vaporizzazione anche sui margini della “borsa” malare per sfruttare la retrazione dei tessuti.

Cosa si può fare per prevenire la recidiva della borsa malare?

La paziente dovrebbe fare un lifting elastico delle sopracciglia e delle regioni temporali. Il solco lacrimale e la regione malare si può correggere in maniera permanente con un Adipofilling o correggere con la rivitalizzazione volumetrica. Questa ultima stimola la crescita dei tessuti. Naturalmente un MACS e Neck lift elastico potrebbe ulteriormente ringiovanire la paziente.

Dopo l’Adipolisi Timedchirurgica c’è fibrosi del tessuto sottocutaneo?

Non c’è apparente fibrosi, i micro tunnel dell’Adipolisi, seppur numerosi, sono troppo piccoli per creare un indurimento permanente dei tessuti.

La blefaroplastica superiore è il primo intervento di chirurgia estetica antinvecchiamento, è corretto?

Sì, ma la blefaroplastica superiore non è un intervento esclusivamente di estetica, ha anche un effetto funzionale. L’asportazione del grasso erniato consente una apertura maggiore e più facile delle palpebre.

POST-PUBLICATION REVIEW

No comments yet