By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following in "Read more" button.

English

02. Electroshaving of a verrucous epidermal nevus on the face

KEYWORDS: timedsurgical electroshaving, verrucous epidermal nevus

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

All small benign facial lesions, like this verrucous nevus, can be ablated by means of timedsurgical electroshaving carried out through slow pulsed timedsurgical cutting. The patient may also undergo a mini-facelift without blunt dissection, in which an elastic Elasticum® thread and a two-tipped Jano Needle® are used. Before excision of the verrucous nevus, local anaesthesia with carbocaine and epinephrine is performed. By using a magnifying lens, the operator can ablate the nevus while sparing the surrounding healthy tissue. The programme data of this timedsurgical slow cutting procedure are: Direct Pulsed 0.5/24.5 hundredths of a second, Coag – 38 Watt - EM10 Green. The slow pulsed timedsurgical incision does not burn around the edges. Following ablation, the tissue remains almost completely intact and is ready for immediate and spontaneous reconstruction. Indeed, electroshaving exploits the reconstructive capacity of the organism. Ablation triggers the onset of endogenous currents, which in turn stimulate the production of epidermal, connective, vascular and nerve growth factors. Endogenous currents are active until such time as the skin has completely reformed. In this patient, the medication used was a collagenase cream, which does not inhibit endogenous currents. During ablation, some bleeding from small vessels occurs; these vessels are vaporized by means of timedsurgical resurfacing. Programme data: Direct Pulsed 0.3/5.3 hundredths of a second, Coag, 50 Watt, EM 15.

2.0

Electroshaving of a benign neoformation by means of slow pulsed cutting. Local anaesthesia with epinephrine; excision of the neoformation from the healthy tissue; the same needle used to inject the anaesthetic is now used as a hook; haemostasis by means of resurfacing. When the crust drops off, only a slight introflexion remains, which will disappear with time (nature abhors a vacuum). A little nourishment (collagen or hyaluronic acid) helps to speed up restitutio ad integrum.

Timedsurgical resurfacing does not heat the tissues. Resurfacing is also used to vaporize small areas where lesion can still be seen. The results of facial electroshaving are always excellent. Electroshaving is the technique of choice for ablating benign facial lesion, especially if they are not located on the cristae cutis. The advantage of timedsurgical electroshaving over surgical excision is that, unlike a sutured surgical wound, it does not leave any visible scar.

Capurro S. (2000) Electroshaving of a verrucous epidermal nevus on the face. CRPUB Medical Video Journal. Timedsurgery section. //www.crpub.org

FAQ

Electroshaving by means of slow pulsed timedsurgical cutting enables small benign neoformations of the face and body to be removed and yields an aesthetic result. What precautions need to be taken?

Magnifying lens must be used; only the neoformation is removed, without burning the edges. In this way, healing can begin immediately. The patient has to apply a small amount of collagenase and chloamphenicol gel (Iruxol) every two days until the crust forms. If there is a lot of exudation and a crust has not formed after 3 or 4 days, an antiseptic powder (Ektogan) is applied. Once the crust has formed, it must be allowed to detach spontaneously; the patient must take care not to rub it off. When the crust is about to drop off, the patient should cover it with a sticking plaster before going to bed, so as to avoid rubbing against the pillow or sheets. When electroshaving is carried out on the body, it is advisable to add a drop of triamcinolone acetate (Kenacort A) to the anaesthetic solution in order to reduce the risk of slightly hypertrophic scarring, especially in young patients.

How much triamcinolone acetate should be added?

small amount of triamcinolone acetate is drawn up into the syringe and then emptied back into the vial; immediately afterwards, the anaesthetic solution is drawn into the syringe. The small amount of triamcinolone that remains in the extremity of the syringe and in the needle is enough to prevent hypertrophic scarring.

How is the antiseptic powder applied?

Wad of cotton-wool is used to dab a small amount of powder onto the wound, in the same way as face powder is applied. After a minute, the same wad is used to remove all excess powder that does not adhere to the wound. In this way, the wound “breathes” and does not become infected.

Should the powder be applied several times a day?

It is advisable to do so.

POST-PUBLICATION REVIEW

No comments yet

Italian

02. Electroshaving di un neo verrucoso del volto

KEYWORDS: Electroshaving timedchirurgico, neoformazione benigna del volto, correnti endogene

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

Tutte le piccole neoformazioni cutanee benigne del volto, come questo nevo verrucoso, possono essere asportate con un electroshaving timedchirurgico eseguito con un taglio timedchirurgico pulsato lento. La paziente è anche disegnata per un mini face lift senza scollamento, utilizzando la sutura elastica Elasticum, dotata di ago a due punte Jano needle.
Eseguita l’anestesia locale, carbocaina con epinefrina, s’inizia l’escissione del nevo verrucoso. Le lenti d’ingrandimento consentono di asportare esclusivamente la neoformazione, risparmiando i tessuti sani circostanti. I dati di programmazione del taglio pulsato lento del Timed sono: Direct pulsed 0.5/24.5 centesimi di secondo, Coag, 38 Watt, EM10 Verde. Il taglio timedchirurgico pulsato lento non ustiona i margini. All’asportazione residua un tessuto pressoché indenne, pronto alla immediata ricostruzione spontanea. L’electroshaving sfrutta la capacità ricostruttiva dell’organismo. L’asportazione provoca l’insorgenza di correnti endogene, le quali a loro volta stimolano la produzione dei fattori di crescita epidermici, connettivali, vascolari e nervosi. Le correnti endogene sono attive fino a quando la cute non si è completamente riformata.
In questa paziente la medicazione è una pomata di collagenasi, sostanza che non inibisce le correnti endogene. Asportata la neoformazione, si vedono alcuni piccoli vasi sanguinanti che sono vaporizzati utilizzando il resurfacing timedchirurgico. Dati di programmazione: Direct, 0.3/5.3 centesimi di secondo, Coag, 50 Watt, EM 15.

2.0

Electroshaving di neoformazione benigna con il taglio pulsato lento. Anestesia locale con epinefrina, escissione della neoformazione su tessuto sano, come uncino usiamo lo stesso ago utilizzato per l’anestesia, dopo averlo piegato; emostasi con il resurfacing; alla caduta della crosta c’è solo una leggera introflessione che sparirà con il tempo (la natura aborra dal vuoto). Un po’ di nutrimento (collagene, acido ialuronico o siero autologo da sangue centrifugato ad alta velocità) aiuta una più rapida restitutio ad integrum.

Il resurfacing timedchirurgico ha la caratteristica di non scaldare i tessuti. Il resurfacing è anche utilizzato per vaporizzare piccole aree dove la neoformazione sembra essere ancora presente.
Il risultato dell’electroshaving del volto è sempre ottimo. L’electroshaving rappresenta la tecnica di scelta per l’asportazione delle neoformazioni benigne del volto soprattutto se non sono situate sulle pieghe cutanee. Il vantaggio dell’electroshaving timedchirurgico rispetto all’escissione chirurgica e che questa tecnica non presenta alla vista gli artefatti cicatriziali di una ferita chirurgica suturata.

Capurro S. (2000) Electroshaving di un neo verrucoso del volto. CRPUB Medical Video Journal. Timedsurgery section. //www.crpub.org

FAQ

L’electroshaving con il taglio timedchirurgico pulsato lento consente l’escissione delle piccole neoformazioni del volto e del corpo con un risultato estetico. Quali precauzioni devono essere prese?

Deve essere utilizzata una lente di ingrandimento ed è rimossa solo la neoformazione, senza ustioni dei margini. Per l’assenza di ustioni marginali la guarigione può iniziare immediatamente. Il paziente applica una piccola quantità di pomata di collagenasi e cloroamfenicolo (Iruxol) ogni due giorni, fino alla formazione della crosta. Prima di applicare la pomata il paziente deve pulire delicatamente l’area asportando la pomata della precedente medicazione, con un bastoncino cotonato. Se è presente molta essudazione o non si è formata una crosta, dopo due o tre giorni, è applicata una polvere antisettica (Ektogan). Quando si è formata la crosta questa deve staccarsi spontaneamente. Rimuovere la crosta prima della sua caduta spontanea può provocare una cicatrice inestetica. Quando la crosta sta per staccarsi il paziente quando va a letto deve coprirla con un cerotto in modo da evitare gli sfregamenti con il cuscino e con le lenzuola. Quando si effettua un electroshaving nel corpo è consigliabile aggiungere una goccia di triamcinolone acetato (Kenacort A) alla soluzione anestetica per ridurre il rischio di cicatrici ipertrofiche.

Quanto triamcinolone acetato dovrebbe essere aggiunto?

Una piccola quantità di triamcinolone acetato è aspirato nella siringa e poi svuotato nel flaconcino; la piccola quantità di triamcinolone che rimane nell’estremità della siringa e nell’ago è sufficiente a realizzare una prevenzione delle cicatrici ipertrofiche.

Come viene applicata la polvere antisettica?

Si mette una piccola quantità di polvere su un batuffolo di cotone e si tampone la ferita. Dopo alcuni secondi il batuffolo di cotone è utilizzato per rimuovere tutta la polvere antisettica in eccesso che non ha aderito alla ferita. In questo modo la ferita respira e non si infetta.

La polvere viene applicato più volte al giorno?

Si consiglia di farlo nei primi giorni.

POST-PUBLICATION REVIEW

No comments yet