By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following in "Read more" button.

English

34. With the elastic thread and two-tipped needle, is dissection still necessary in face- and neck-lifting procedures?

KEYWORD: elastic MACS lift, elastic no-dissection face lift, threads lift, elastic suture, Jano needle, Elasticum

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

Lifting of the face and neck is being revolutionized by a new impalpable, non-absorbable, elastic surgical thread mounted on an atraumatic two-tipped needle; this thread does not cut into the tissues and is transformed into a ligament. In our study, which is aimed at achieving permanent rejuvenation of the patient’s appearance, we have replaced the ample dissections and manipulations of SMAS with the implantation of new suspensive ligaments. These exert traction and transpose tissue volumes exactly where necessary, close to the defect; skin dissection is either minimal or no longer needed. We are convinced that the patient’s appearance cannot really be rejuvenated by means of ample dissection of the skin of the face and neck. Tissue dissection creates vascular, trophic and nerve injury, thereby damaging a biological patrimony that we wish to maintain and improve. Traditional sutures cannot achieve stable results without ample dissection, as the suspension threads cut into the tissues within a very short time. Today, Elastic Plastic Surgery enables us to perform natural, stable, high-quality lifting in an ambulatory setting, through small incisions and without, or with minimal, dissection. Elastic Plastic Surgery needs to be learnt. The Medical Video Journal CRPUB.ORG devotes a section to the procedures that utilize the elastic suture, and to their evolution. In addition to surgeons, patients must also be informed about these ambulatory procedures; they must be willing to accept the complementary techniques that may accompany elastic lifting; they must also be prepared to put up with small skin alterations for a few weeks – though these can easily be masked by the hair or a scarf – in exchange for natural rejuvenation and a few days of convalescence.

  Traditional liftings Elastic liftings
DISSECTION Extensive None or minimal
INCISIONS Extensive Minimal
OPERATION Operating theater Ambulatory
COST High Low
MULTI-PHASE PROCEDURES Loss of efficacy in multi-phase procedures Maintenance of efficacy in multi-phase procedures
HEMATOMAS AND NECROSIS Possibility of hematoma and skin necrosis No hematoma or skin necrosis
POST-OPERATIVE PERIOD Edema and ecchymosis persist for a long time Edema and superficial alterations of the skin persist for a few weeks or a month and are easily hidden by the hair or a scraf
RESULTS Results often usatisfactory and artificial. Hypertrophic skin. Loss of subcutaneous tissue. Visible scars. Natural results and more youthful appearance. Better skin vascularization. Result can be perfected through incisions of a few millimeters
MAINTENANCE Re-operation and further skin dissection implantation of elastic threads through incisions of a few millimeters

We will now say something about skin dissection. Is dissection still necessary in face and neck lifting? Let’s take an example. This patient has already undergone a traditional procedure to lift her face and neck. Can her appearance be rejuvenated in an ambulatory procedure that restores the drooping tissues to their original position through the implantation of new suspensive ligaments? Can we correct these defects close to their origin and prevent the skin from stretching in the future? Can we avoid dissecting and removing the skin by implanting an elastic thread by means of an atraumatic, two-tipped needle? In a young patient, the answer is yes! No dissection; just new ligaments. The general rule applies: where there is no excess vertical skin, the tissues are neither dissected nor removed. In this patient, however, the skin at the sideburn can be folded between two fingers, which means that an elastic MACS lift is needed. This involves making an incision that runs round the lower part of the sideburn and stops at the tragus, and performing dissection that extends slightly beyond the zygomatic arch.
In Elastic Plastic Surgery, the neck never has to be dissected. Moreover, in elastic lifting of the eyebrows and periocular tissues, no dissection of the temporal region is required. The excess tissues are simply restored to their original position. In this patient, we can see the result of correction without dissection of the masseteric region, cheeks, neck or temporal region above the sideburn.

 

Correction plan

 

Elastic MACS Lift Two incisions around the sideburns, which stop at the tragus; dissection extending slightly beyond the zygomatic arch.
Horizontal submental liposuction One or two 3 mm incisions, 2 mm Ø cannula

Elastic Neck Lift:

  • thread between the two fasciaeof Loré
  • two elastic traction threads in theplatysma
Through the MACS lift incision or through a 1 cm incision behind one earlobe. No dissection of the neck. through the MACS lift incision or through a 1 cm incision behind one earlobe. No dissection of the neck.
Elastic Lifting of the lower neck Two 5 mm latero-cervical incisions. No dissection of the neck.
Elastic Lifting of the temporal region and eyebrows Two 5 mm incisions, at the hairline in the temporal region. No dissection.
Mixed peeling of lip wrinkles Timedsurgical de-epithelialisation and application of a saturated solution of resorcin for 1 or 2 min.

Lateral transposition of the anterior neck tissues enables us to correct the scrawny appearance of the neck, which is typical of the elderly. The neck now looks younger and more shapely. The appearance is perfectly natural. We will now examine elastic MACS lifting, which is the only Elastic Plastic Surgery procedure that involves limited dissection and removal of the skin. Let’s look at the elastic MACS lift in detail.

Elastic MACS lift

Incision running round the lower part of the sideburn and stopping at the tragus
Dissection at the level of the superficial fascia and extending slightly beyond the zygomatic arch
Three elastic threads: two lift the cheeks; one lifts the malar region
Removal of the excess skin

MACS lifting is carried out when there is an excess of vertical skin and the skin at the sideburns can be folded between two fingers. Dissection extends slightly beyond the zygomatic arch. Three elastic threads are anchored to the temporal fascia. These threads form triangles which lift the skin and subcutaneous tissues upwards. The excess skin is removed. All the skin that can be removed is removed. The subcutaneous tissues of the skin flap are sutured to the temporal fascia with an absorbable thread. This access can also be used to perform elastic neck lifting, traction of the platysma and elastic lifting of marionette wrinkles. The two-tipped Jano needle enables traction to be exerted without having to dissect the tissues. The elastic surgical thread does not cut into the tissues and is transformed into a “natural” ligament. The dissection you can see, which extends only slightly beyond the zygomatic arch, is the only dissection carried out during elastic lifting procedures.

 

OTHER ELASTIC LIFTING PROCEDURES INCISION DISSECTION
Elastic lifting of the temporal region and eyebrows 5 mm no
Elastic neck Lift thread between the two fasciae of Loré 8 mm behind the earlobe only above the fascia of Loré
Elastic neck Lift two thread lift the platysma 8 mm behind the earlobe only above the fascia of Loré
Elastic lifting of the lower neck 5 mm cervical region close to scalp no
Elastic neck lifting of "puppet" wrinkles 8 mm behind the earlobes only above the fascia of Loré
Elastic lifting of the upper lip 3 mm nasal wings no
Elastic gluteoplasty 8 mm no
Elastic mastopexy 8 mm periareolar one subcutaneous tunnel

The skin incisions range from 3 mm to 8 mm in length. Through the incision behind the ear lobe, a few square centimetres of dissection is carried out above the fascia of Loré. In the breast, one or two subcutaneous tunnels are created through the same small incision. Elastic MACS lifting puts an end to the dissection and skin removal required by traditional lifting techniques. In a few weeks, the tissues will adapt to the newly implanted ligaments, which makes the result stable over time. As there is no need to dissect the tissues, these procedures can be staggered over time. In the first ambulatory procedure, this patient underwent an elastic MACS lift plus an elastic Neck lift. In the second procedure, elastic lifting of the eyebrows and temporal regions was carried out. Four elastic threads (two on each side) were implanted; the second thread exerts traction between the eyebrows and the hairline, in order to redistribute the excess skin. Lifting carried out by means of Elastic Plastic Surgery is easy to maintain. Any drooping can easily be corrected by means of minor ambulatory intervention until the desired result is achieved. Elastic aesthetic surgery of the face and neck is vertical and repositions the tissues. The elastic thread that runs between the two fasciae of Loré enables the new cervico-mandibular angle to be covered with the excess skin. If necessary, superolateral repositioning of the skin can be completed by means of other neck procedures. Because there is no lateral dissection or skin excision, the results are perfectly natural. To correct any asymmetry, we can implant an extra thread … Often, however, this is not sufficient. If there is a volume deficit, we graft adipose and stromal cells both superficially and in depth. Adipofilling is normally carried out after the correction of drooping. The elastic threads correct drooping and restore the tissues to their original position. Adipofilling corrects the volume deficits.

Adipofilling can be used to fill sunken temporal fossae and the posterior regions of the face, and to correct the forehead, the upper eyelids, the lachrymal and orbital grooves, the lips, the nose and many other defects. Used on its own, Adipofilling can correct marked volume deficits of the face.

 34.0

Elastic MACS and Neck lift

Capurro S. (2016): With the elastic thread and two-tipped needle, is dissection still necessary in face- and neck-lifting procedures? CRPUB Medical Video Journal. – Elastic Plastic Surgery section. http://www.crpub.org

FAQ

Elastic Plastic Surgery obviously revolutionizes the surgery of face and neck lifting. Where did you get this idea from?

When I was 19 years old, I used to assist my mother when she was performing face lifting. After 35 years of working in the operating theatre, I came to the conclusion that face-lifting needed to be completely modified. For what concerns suspension by means of threads, the idea is by no means new. My mother’s plastic surgery manuals already described procedures for the stable correction of facial nerve paralysis by means of strips of fascia lata. The concept of correction close to the defect was already known, and the results were highly satisfactory. The elastic thread has proved eminently able to replace these strips of biological material, and the 2-tipped needle has enabled traction and suspension to be carried out without

having to dissect the tissues. To all this, we have added the ability to transpose the tissues by exerting traction by means of subcutaneous sutures; these sutures are often arranged in a triangular fashion, and all the tissue encompassed by the triangle is repositioned. This repositioning achieves filling where it is necessary and gives the patient a natural and much younger appearance.

Is the width of the base of the equilateral triangle that is fixed to the temporal fascia or to the subcutaneous tissues in the latero-cervical region proportional to the volume of the tissues to be lifted or transposed?

Yes. In order to lift the cheeks, we anchor the elastic thread to the temporal fascia and create a triangle that is proportional in size to the volume to be lifted. In the neck, the elastic thread is anchored to the Lore’s fascia and to the the latero-cervical subcutaneous tissues; as the tissues are displaced sideways, the scrawny appearance of the neck is also corrected. The triangles are particularly efficacious and are always proportional in size to the volumes and the surfaces on which they act.

In these elastic lifting procedures, why is such importance attached to the posterior regions of the face and neck that are to be enhanced through the transposition of the tissues?

While the interior regions of the face and neck are obviously important, the posterior regions are just as important, as these contribute to a youthful appearance. Removing the lateral tissues of the cheek and neck often creates a “post-lifting” appearance, with the skin drawn tight and the face pointed; this is unnatural and makes the patient appear old.

In traditional lifting procedures, there is typically a scar that starts in front of the ear, runs around the lobe and up over the mastoid region, and ends up in the neck. Does this ever happen in elastic lifting?

No. We do not dissect the skin of the neck, nor do we remove it; we simply shift the tissues by means of a 5 mm incision. In this way, the result is clearly visible, but natural and “soft”. The tiny incisions are negligible. What is more is that this is an ambulatory procedure and the patient can go home after half an hour.

Aren’t there any problems with excess skin?

When neck lifting is carried out by implanting an elastic thread between the two fasciae of Loré, the excess skin of the cheeks is reduced, becoming negligible. As we have said, the skin and subcutaneous tissues of the neck are repositioned laterally.

From the conceptual standpoint, this is a highly innovative surgical procedure which enables us to correct all defects simply.

Aren’t there any problems with excess skin?

When neck lifting is carried out by implanting an elastic thread between the two fasciae of Loré, the excess skin of the cheeks is reduced, becoming negligible. As we have said, the skin and subcutaneous tissues of the neck are repositioned laterally.

From the conceptual standpoint, this is a highly innovative surgical procedure which enables us to correct all defects simply.

However we are studying procedures that rejuvenate where facelift do not act.

POST-PUBLICATION REVIEW

No comments yet

Italian

34. Con la sutura elastica dotata di ago a due punte è ancora necessario lo scollamento nei lifting del volto e del collo?

KEYWORD: MACS lifting elastico, lifting con sutura elastica, ago a due punte, Jano needle, Elasticum

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

La chirurgia dei lifting del volto e del collo è stata completamente rivoluzionata dal un nuovo filo chirurgico elastico non riassorbibile (Elasticum, Korpo), montato su un nuovo ago atraumatico a due punte (Jano needle). Questo filo impalpabile non taglia i tessuti e si trasforma in un legamento.
Nel nostro studio, rivolto al ringiovanimento permanente dell’aspetto del paziente, abbiamo sostituito gli ampi scollamenti e le manipolazioni dello SMAS con l’impianto di nuovi legamenti sospensivi che realizzano trazioni e trasposizioni volumetriche dei tessuti, esattamente dove è necessario, in vicinanza del difetto, senza scollamenti cutanei o con scollamenti minimali.
Noi siamo convinti che non si possa realmente ringiovanire il paziente eseguendo ampi scollamenti della cute del volto e del collo come si fa nei i lifting tradizionali.
Lo scollamento dei tessuti produce un danno vascolare, trofico e nervoso e lede un patrimonio biologico che noi desideriamo mantenere e migliorare.
Con i fili tradizionali è impossibile ottenere risultati stabili, senza eseguire ampi scollamenti, perché le suture sospensive tagliano i tessuti in tempi assai brevi. Oggi l’Elastic Plastic Surgery ci permette di eseguire lifting ambulatoriali naturali, stabili e di ottima qualità, con piccole incisioni senza scollamento o con i scollamenti minimali. L’Elastic Plastic Surgery necessita di una curva di apprendimento. Nel Medical Video Journal CRPUB.ORG una sezione è dedicata agli interventi con la sutura elastica, e alla loro evoluzione. Oltre ai chirurghi anche i pazienti devono essere informati sulle procedure ambulatoriali. I pazienti devono essere disposti ad accettare le tecniche complementari che possono accompagnare i lifting elastici e ad accettare per settimane piccole alterazioni cutanee, mascherabili dai capelli o da una sciarpa, in cambio di un ringiovanimento naturare e di pochi giorni di convalescenza.

  Lifting tradizionali Lifting elastici
SCOLLAMENTO Esteso Assente o minimale
INCISIONI Estese Minimali
INTERVENTO Sala operatoria Ambulatorio
COSTO Elevato Basso
INTERVENTI IN PIÚ FASI Perdita di efficacia negli interventi in più fasi Mantenimento dell’efficacia negli interventi in più fasi
EMATOMI E NECROSI Possibilità di ematomi e necrosi cutanee Assenza di ematomi e necrosi cutanee
POST-OPERATORIO Edema ed ecchimosi prolungati nel tempo Edema e alterazioni della superficie cutanea facilmente mascherabili dai capelli o da una sciarpa perduranti alcune settimane o un mese
RISULTATI Risultati spesso insoddisfacenti ed artefatti. Cute ipotrofica. Perdita del tessuto sottocutaneo, cicatrici visibili. Risultati naturali con aspetto più giovane. Cute meglio vascolarizzata. Possibilità di perfezionare i risultati con incisioni di pochi millimetri. I fili elastici hanno un effetto preventivo della ptosi gravitazionale.
MANUTENZIONE Reintervento con uno scollamento cutaneo e un ulteriore danno trofico Impianto di nuovi fili elastici con incisione di pochi millimetri

Mettiamo ora in discussione il mito dello scollamento cutaneo. Lo scollamento cutaneo è ancora necessario nei lifting del volto e del collo? Facciamo un esempio.

Questa paziente è stata già sottoposta in passato a un lifting tradizionale del volto e del collo.

Possiamo ringiovanirla con un intervento ambulatoriale che riposiziona i tessuti cadenti nella loro posizione originaria, tramite l’impianto di nuovi legamenti sospensivi? Possiamo correggere i difetti vicino alla loro origine, e impedire il futuro allungamento della cute? Possiamo tramite una sutura elastica che non taglia i tessuti e un ago atraumatico a due punte evitare gli scollamenti cutanei e l'asportazione della cute? In una paziente giovane la risposta è sì! Niente scollamenti ma nuovi legamenti. Vale la regola generale: dove non c'è cute verticale in eccesso non si scollano né si rimuovono i tessuti. In questa paziente la cute alla basetta è plicabile tra due dita, pertanto è necessario un MACS lift elastico che comprende: una incisione che circonda la parte bassa della basetta e si ferma al trago e uno scollamento che supera di poco l'arcata zigomatica. Con l'Elastic Plastic Surgery non è mai necessario scollare le guance e il collo. Anche nel lifting elastico delle sopracciglia e dei tessuti perioculari non si esegue lo scollamento della regione temporale. I tessuti ptosici sono semplicemente riposizionati nella loro posizione originaria. Vediamo il risultato della correzione di questa paziente senza aver scollato la regione masseterina, le guance, il collo e la regione temporale sopra la basetta.

Piano della correzione

 

MACS Lift elastico Due incisioni intorno alle basette, che si fermano al trago, scollamento che supera di poco l'arcata zigomatica.
Liposuzione orizzontale sottomentoniera Una o due incisioni di 3 mm, cannula 2 mm Ø

Neck lift elastico:

  • filo tra le due fasce di Loré
  • due fili elastici di trazione del platisma
Dall'incisione del MACS lift o da una incisione di 1 cm dietro i lobi delle orecchie Nessuno scollamento del collo.
Lifting elastico del collo basso Due incisioni di 5 mm, latero-cervicali, nessuno scollamento del collo.
Lifting elastico temporale e delle sopracciglia Due incisioni di 5 mm, nella regione temporale alla attaccatura dei capelli, nessuno scollamento.
Peeling misto delle rughe delle labbra Disepitelizzazione timedchirurgica e applicazione per uno o due minuti di una soluzione satura di resorcina.

La trasposizione laterale dei tessuti cervicali anteriori consente la correzione della scheletrizzazione del collo caratteristica degli anziani. Il collo risulta più giovane e ben conformato. L’aspetto è perfettamente naturale. Esaminiamo il MACS lift elastico che è l'unico intervento della Elastic Plastic Surgery dove c'è uno scollamento limitato e l'asportazione della cute.

MACS lift elastico

Incisione che circonda la porzione inferiore della basetta e si ferma al trago
Scollamento a livello della fascia superficiale che supera di poco l'arcata zigomatica
Tre suture elastiche, due sollevano le guance, una il malare
Tre suture elastiche, due sollevano le guance, una il malare

Il MACS lift agisce sul collo. Il MACS lift si effettua quando c'è un eccesso cutaneo verticale e la cute alle basette è plicabile tra due dita. Lo scollamento supera di poco l’arcata zigomatica. Si impiantano tre suture elastiche fissate alla fascia temporale. Le suture realizzano dei triangoli che spostano cute e tessuti sottocutanei verso l'alto. La cute in eccesso è rimossa. Si asporta tutta la cute che è possibile asportare. I tessuti sottocutanei del lembo sono suturati con filo riassorbibile alla fascia temporale. Con l’asportazione di cute del MACS lift elastico gli scollamenti con asportazione cutanea dei lifting sono terminati. Da questo accesso si possono eseguire anche il Neck lift elastico sospensivo, la trazione del platisma sotto mentoniero e il lifting elastico delle rughe della marionetta. L’ago a due punte Jano needle consente di eseguire trazioni senza dover scollare i

tessuti. Il filo chirurgico elastico non taglia i tessuti e si trasforma in un legamento “naturale”

Lo scollamento che vedete che si estende appena sotto l’arcata zigomatica è l’unico scollamento che si effettua nei lifting elastici.

 

ALTRI LIFTING ELASTICI INCISIONE SCOLLAMENTO
Lifting elastico temporale e delle sopracciglia 5 mm no
Lifting elastico del collo filo tra le due fasce di Loré 8 mm dietro il lobo solo sopra la fascia di Loré
Lifting elastico del collo due fili di trazione del platisma 8 mm dietro il lobo solo sopra la fascia di Loré
Lifting elastico del collo basso 5 mm regione cervicale vicino cc no
Lifting elastico delle rughe della marionetta 8 mm dietro i lobi dell’orecchio solo sopra la fascia di Loré
Lifting elastico del labbro superiore 3 mm ala nasi no
Gluteoplastica elastica 8 mm no
Mastopessi elastica

8 mm periareolare

5 mm laterale

un tunnel

no

Le incisioni cutanee sono lunghe da 3 mm a 8 mm circa. Attraverso l’incisione dietro il lobo dell’orecchio si effettua uno scollamento di pochi centimetri quadrati sopra la fascia di Loré. Nella mammella attraverso la stessa piccola incisione si effettuano uno tunnel sottocutaneo. In poche settimane i tessuti si adatteranno all’impianto dei nuovi legamenti che rendono stabile nel tempo il risultato. Non avendo la necessità di scollare i tessuti gli interventi possono essere scaglionati nel tempo. Nel primo intervento ambulatoriale di questa paziente è stato eseguito un MACS lift elastico più un Neck lift elastico. Nel secondo intervento è stato eseguito il lifting elastico delle sopracciglia e regioni

temporali. Sono stati impiantati 4 fili elastici, 2 fili per lato, il secondo filo esegue una trazione tra le sopracciglia e l’attaccatura dei capelli per ridistribuire la cute in eccesso. La manutenzione dei lifting con l'Elastic Plastic Surgery è semplice. Tutti i difetti gravitazionali possano essere facilmente corretti con piccoli interventi ambulatoriali, fino a raggiungere il risultato desiderato. La chirurgia estetica elastica del volto e del collo è verticale e di riposizionamento. Il filo elastico passante tra le due fasce di Loré consente di tappezzare con la cute in eccesso il nuovo angolo cervico-mandibolare. Se è necessario il riposizionamento supero-laterale della cute può essere completato da altri interventi sul collo. Per correggere le asimmetrie possiamo impiantare un filo in più… Ma spesso non basta. Se mancano i volumi innestiamo cellule adipose e stromali in superficie e in profondità. L'Adipofilling è normalmente eseguito dopo la correzione della ptosi gravitazionale. I fili elastici correggono i difetti gravitazionali e riportano i tessuti nella loro posizione originaria. L'Adipofilling corregge dopo i lifting del volto e del collo le piccole carenze volumetriche. Con l'Adipofilling possiamo riempire le fosse temporali incavate, le regioni posteriori del volto, correggere la fronte, le palpebre superiori, i solchi lacrimali e orbitali, le labbra, il naso e molti altri difetti la sospensione cellulare può essere iniettata subito sotto il derma o nel derma per sfruttare i potenti effetti trofici. L’Adipofilling da solo corregge i volti con gravi carenze o difetti volumetrici.

 34.0

MACS lift elastico e Neck lift elastico

Capurro S. (2016): Con la sutura elastica dotata di ago a due punte è ancora necessario lo scollamento nei lifting del volto e del collo?. CRPUB Medical Video Journal. – Elastic Plastic Surgery section. http://www.crpub.org

FAQ

Non c’è dubbio che l’Elastic Plastic Surgery rivoluziona la chirurgia dei lifting del volto e del collo, come le è venuta questa idea?

A 19 anni aiutavo mia madre nei lifting del volto, dopo 35 anni di sala operatoria mi sono convinto che l’intervento di face lift doveva essere completamente modificato Per quanto riguarda la sospensione con i fili non è certo nuova. Nei manuali di chirurgia plastica di mia madre c’erano già le correzioni stabili delle paralisi del facciale con le benderelle di fascia lata. Il concetto di correzione vicino al difetto era conosciuto e i risultati notevoli. Il filo elastico ha sostituito egregiamente le benderelle di materiale biologico e l’ago a due punte ha consentito trazioni, sospensioni e cerchiaggi senza dover scollare i tessuti. A tutto questo abbiamo aggiunto le trasposizioni dei tessuti realizzando delle trazioni con suture sottocutanee spesso triangolari in cui tutto il tessuto compreso nel triangolo è riposizionato. Il riposizionamento riempie dove è necessario e dona al paziente un aspetto naturale e molto più giovane.

C’è un rapporto tra la larghezza della base dei triangoli equilateri fissata alla fascia temporale o ai tessuti sottocutanei della regione cervicale laterale e i tessuti sollevati o trasposti?

Sì. Per sollevare le guance fissiamo il filo elastico alla fascia temporale e realizziamo un triangolo proporzionale ai volumi da sollevare. Nel collo fissiamo il filo elastico ai tessuti sottocutanei laterocervicali e spostiamo i tessuti lateralmente, correggendo in questo modo anche la scheletrizzazione del collo. I triangoli sono particolarmente efficaci e sono sempre dimensionati per i volumi e per le superfici su cui devono agire.

Perché in questi lifting elastici si considerano importanti le regioni posteriori del volto e del collo che si arricchiscono con la trasposizione dei tessuti?

Le regioni anteriori del volto e del collo sono importanti ma altrettanto importanti sono le regioni posteriori che rappresentano un elemento di giovinezza. Asportare i tessuti laterali della guancia e del collo significa spesso ottenere un aspetto da “lifting” con una pelle tirata e un volto affilato che non è naturale e fa vecchio.

Non c’è mai nei lifting elastici la tipica cicatrice che parte davanti all’orecchio, gira intorno al lobo sale nella regione mastoidea e termina nel collo?

No. Nel collo non scolliamo la cute, non la asportiamo ma realizziamo una semplice trasposizione dei tessuti con due incisione di 5 mm. In questo modo il risultato è ben visibile ma naturale e “morbido”. Le piccole incisioni sono irrilevanti. A tutto questo si aggiunge che l’intervento è ambulatoriale e il paziente può ritornare a casa dopo mezzora.

Non ci sono problemi con la pelle in eccesso?

Eseguendo la sospensione del collo con l’impianto di un filo elastico tra le due fasce di Loré, la cute in eccesso delle guance si riduce e diventa irrilevante. La cute e i tessuti sottocutanei del collo sono, come abbiamo già, detto riposizionati lateralmente. Si tratta di una chirurgia molto innovativa dal punto di vista concettuale, che ci permette di ottenere con semplicità la correzione di tutti i difetti correggibili con i lifting. Stiamo inoltre studiando per intervenire dove la chirurgia sia elastica, sia tradizionale non è in grado di svolgere un’azione efficace.

POST-PUBLICATION REVIEW

No comments yet