By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following in "Read more" button.

English

04. Case report skin-scar revision and correction of chin ptosis by means of the elastic thread and two-tipped needle

KEYWORDS: chin lifting, elastic suture, two-tipped atraumatic needle.

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

This patient requested revision of a scar on the chin and, at the same time, correction of chin ptosis. The area of scarring is first designated. The pathway of the elastic thread (Elasticum®) is then drawn. Excision is started; the scar tissue is removed, while the deep dermis is preserved. The two-tipped Jano needle® is now inserted into the wound and the thread is fixed to the deep tissues of the chin. The tip of the needle emerges from the skin at the designated point. The needle is not extracted completely; the posterior tip remains in the tissues. Once the two-tipped needle has been extracted more than halfway, the elastic thread is pulled through. The posterior tip of the needle is then inserted to the required depth; the needle is rotated through 180° and continues to follow its predetermined route. When the tip of the needle again emerges from the skin, the elastic thread is pulled through, as before. A series of graduations on the shaft of the needle enable it to be extracted up to the depth required. The tip of the needle is again rotated and the needle follows the drawing, partially emerging at the predetermined point. The elastic thread is again pulled through. As before, the needle is extracted up to the required depth and then rotated through 180°. The elastic thread is fixed in the deep tissues of the chin. Finally, the two-tipped needle is withdrawn from the wound. To ensure that the Elasticum® thread has been correctly implanted, tension is applied to both ends. The thread is then knotted. Another elastic thread is implanted above the first one. After the small skin flap has been raised, the Jano needle® fixes the elastic thread in the deep tissues of the chin. The needle is again inserted into the wound and emerges on the line of the drawing; the elastic thread is pulled through, the needle is rotated, changes direction and re-emerges on the line; the needle is once again rotated and emerges from the wound. In this way, suspension of the chin is strengthened. Subcutaneous suturing is then carried out; this is completed by means of a few separate stitches. If there is no pre-existing scar on the chin, lifting can be carried out through a small incision under the chin.

4.0

Before and after elastic thread implant

Rava C. (2009): Case report: skin-scar revision and correction of chin ptosis by means of the elastic thread and two-tipped needle. CRPUB Medical Video Journal. Elastic Plastic Surgery section. http://www.crpub.org

FAQ

Can Elasticum® thread be used to enhance the prominence of the chin?

Yes. In the video, we can see that the first circular suture has increased the prominence of the chin. The elastic thread, which is made of silicone, can also be utilised as a prosthetic implant; indeed, we have used it to raise the nasal floor in patients with labiopalatoschisis.

POST-PUBLICATION REVIEW

Elastic lifting of the chin – video publication (4) – has been successfully carried out several times in order to lift a drooping chin and/or make it more prominent. Where there are no skin scars, the 3 mm incision is made in the submental region. (30/07/15)

Italian

04. Case report revisione di cicatrice del mento e sollevamento dello stesso con la sutura elastica

KEYWORDS: lifting del mento, Elasticum®, Jano needle®, mentoplastica.

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

Il paziente ha richiesto la revisione di una cicatrice del mento e, contemporaneamente, la correzione della ptosi del mento. L’area cicatriziale è disegnata. Il disegno del tragitto del filo elastico (Elasticum®) è completato. S’inizia l’escissione. Si esegue l’asportazione del tessuto cicatriziale mantenendo il derma profondo. S’introduce ora l’ago a due punte Jano needle® nella ferita e si fissa il filo ai tessuti profondi del mento. La punta dell’ago fuoriesce dal punto prefissato. L’ago non è estratto completamente. La punta posteriore rimane nei tessuti. Superata la metà dell’ago a due punte, il filo elastico è ritirato. Poi la punta posteriore raggiunge la profondità desiderata e l’ago è ruotato di 180°e continua il suo decorso seguendo il disegno prefissato. La punta dell’ago esce nuovamente dalla superficie cutanea. Il filo elastico è ritirato. L’ago a due punte è estratto fino alla profondità desiderata, segnalata dalle tacche, incise sul corpo dell’ago. La punta del Jano needle è ora ruotata e l’ago segue il disegno ed esce parzialmente dal punto prefissato. Il filo elastico è nuovamente ritirato. La punta è estratta fino alla profondità desiderata poi l’ago è ruotato di 180° e si fissa in profondità, nei tessuti profondi del mento. L’ago a due punte esce dalla ferita. Il corretto impianto del filo Elasticum® è controllato mettendo in tensione i due capi. Il filo quindi è annodato. Un altro filo elastico è impiantato sopra il precedente. Sollevato il piccolo lembo dermico, il Jano needle® fissa il filo elastico nei tessuti profondi del mento. L’ago entra nuovamente nella ferita ed esce sulla linea del disegno, il filo elastico è ritirato, l’ago ruota, cambia direzione, quindi fuoriesce sulla linea, ruota nuovamente ed esce dalla ferita rinforzando la sospensione del mento. Si esegue quindi la sutura sottocutanea, che si completa con alcuni punti staccati. In assenza di cicatrici presenti la sospensione del mento è eseguita con un piccolo taglio sottomentoniero.

4.0

Prima e dopo l’impianto del filo elastico

Rava C. (2009). Case report: correzione della ptosi del mento e revisione di cicatrice, con la sutura elastica e l’ago a due punte. CRPUB Medical Video Journal. Elastic Plastic Surgery section. http://www.crpub.org

FAQ

La sutura Elasticum® può essere utilizzata per aumentare la proiezione del mento?

Sì, nel filmato si vede che il primo punto circolare aumenta la proiezione del mento. Il filo elastico (Elasticum), può anche essere impiantato anchecome impianto protesico; lo abbiamo utilizzato per sollevare il pavimento nasale nei pazienti con labiopalatoschisi.  

POST-PUBLICATION REVIEW

Il lifting elastico del mento, video pubblicazione (4), è stato eseguito più volte con successo per sollevare il mento ptosico e/o per renderlo più prominente. Dove non ci sono cicatrici cutanee l’incisione di 3 mm è eseguita nella regione sottomentoniera. (30/07/15)