By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following in "Read more" button.

English

 

02. Revision of scars on the thigh without a blunt dissection using an elastic suture with a two-tipped atraumatic needle

KEYWORDS: scar revision, elastic suture, atraumatic two tipped needle.

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

The excision of large scarred skin areas often involves enlarging the scar due of the increased tension that is created on the edges of the wound.
To get round this problem we have used the new elastic suture (Elasticum®) which has a two tipped Jano needle® (Korpo srl Genoa Italy). This new suture allows us remove the tension in the areas around the wound to therefore obtain a better quality of scar.
Scar de-epithelialisation is performed without skin undermining, hence vascular, nerve and cicatricial damage is avoided. One tip of the Jano needle is inserted into the edge of the cut. The tip comes out at 3 or 4 cm from the wound. By extracting half of the needle the elastic thread is pulled out. The two-tipped needle is not completely extracted. The deep indentations signal the position of the posterior tip which remains inside the subcutaneous tissue.
The posterior tip now becomes frontal, the needle goes back in and then completely comes out of the wound, parallel to the point where it entered.
The two-tipped needle goes back into the edges of the contra lateral wound. The thread is once again pulled through. The operator pulls the needle out as far as the depth required. The thread, which is following the two tips of the needle, is located about 3 or 4 centimetres from the edges of the wound. The needle comes out by the edges of the wound, parallel to the point where it entered. The thread is tied in a knot. The elastic traction is nowhere near the edges. The elasticity of the suture guarantees continued traction over time. In practice, it is as if two fingers were constantly being kept close to the edge of the wound.
Elasticum® was invented to carry out suspension and traction without cutting the tissue. Its consistency is similar to subcutaneous tissue.

2.0

1) Il Jano needle is inserted into the edge of the wound.
2) The tip emerges at a distance from the edge.
3) The needle is not extracted completely; the elastic thread is pulled through.
4) The needle re-emerges inside the wound, beside the entry point.
5) The needle is inserted into the contralateral edge.
6) The tip emerges at the same distance from the edge as before.
7) The needle is not extracted completely; the elastic thread is pulled through.
8) The needle re-emerges inside the wound, beside the entry point. The suture is perfectly symmetrical.
9) The elastic thread is placed under traction.
10) The thread is knotted. The edges of the wound can now be stitched without tension.

2.1

Revision of a scar on the arm with Elasticum® thread mounted on a two-tipped atraumatic needle

The polyester coating, colonised by the fiber-histiocytic cells, stabilises the traction during time and the elastic thread is integrated into the tissues The edges of the wound, which are no longer under tension, can be sutured with an intradermal thread. A few matching points complete the suture
From 2004 to 2007, at S. Martino Hospital in Genoa, 125 scar excisions were performed; Elasticum® EP 4 threads were used for scars on the body and Elasticum® EP 3.5 threads were used for facial scars. No complications occurred.

Capurro S, Rosanna D.C., Gabrielli A, Capurro M.E., Serra Cervetti G.G. (2007): Revision of scars on the thigh without a blunt dissection using an elastic suture with a two-tipped atraumatic needle. CRPUB Medical Video Journal. Elastic Plastic Surgery section. www.crpub.org

FAQ

Can the elastic thread and two-tipped needle be used for revision of all large skin scars?

Yes. The elastic thread and two-tipped needle are particularly useful for suturing wounds under tension, for example in round block of the areola or short-scar elastic arm-lifting, in order to draw together the edges of wounds in patients who are intolerant of re-absorbable dermal and subcutaneous sutures.

It seems like an easy technique?

It is easy, though it does require precision. It is essential to realise that the anterior tip of the Jano needle® becomes posterior and the posterior tip becomes anterior whenever the needle changes direction. The fact that the elastic thread is anchored a few centimetres away from the wound means that the edges of the wound can subsequently be stitched without being under tension.

POST-PUBLICATION REVIEW

The technique of the revision of large scars by means of the elastic thread and the two-tipped atraumatic needle – video publication (2) – has often been used successfully. We no longer need to be afraid that unsightly scars may be left behind after ample skin excision to remove neoformations, tattoos and scars caused by injuries or burns. (30/07/15)

Italian

 

02. Revisione di cicatrice sulla coscia senza scollamento con la sutura elastica dotata di ago atraumatico a due punte

KEYWORDS: revisione delle cicatrici, Elasticum, Jano needle®.

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

L’escissione di ampie aree cutanee cicatriziali comporta spesso un allargamento della cicatrice per le elevate tensioni che si creano sui margini della ferita.
Per ovviare a questo inconveniente abbiamo utilizzato la nuova sutura elastica dotata di ago a due punte Jano needle® (Elasticum® Korpo S.r.l. Genova Italia). La nuova sutura consente eliminando la tensione sui margini della ferita di ottenere una cicatrice di buona qualità.
Si esegue la disepitelizzazione della cicatrice. Non si esegue scollamento cutaneo. Si evitano in questo modo i danni vascolari , nervosi e cicatriziali. Una punta del Jano needle è introdotta nel margine del taglio. La punta fuoriesce alla distanza di tre o quattro centimetri dalla ferita. Estratta la metà dell’ago si ritira il filo elastico. L’ago a due punte non è completamente estratto. Le tacche di profondità segnalano la posizione della punta posteriore che rimane nel tessuto sottocutaneo.
La punta posteriore ora diventa anteriore, l’ago ritorna indietro ed esce completamente dalla ferita, parallelo al punto di ingresso.
Il Jano needle® rientra nel margine della ferita controlaterale. Il filo elastico è nuovamente ritirato. L’operatore estrae l’ago a due punte fino alla profondità desiderata. Il filo elastico, che segue il percorso delle punte, è posizionato a circa tre/quattro centimetri dal margine della ferita. Il Jano needle® fuoriesce dal margine della ferita parallelo al punto d’ingresso. Il filo è annodato. La trazione elastica esercitata è lontana dai margini. L’elasticità della sutura garantisce una continua trazione nel tempo. In pratica è come se due dita tenessero costantemente ravvicinati i margini della ferita.
Elasticum è stato progettato per eseguire sospensioni e trazioni senza tagliare I tessuti.
La sua consistenza è simile a quella dei tessuto sottocutaneo.

2.0

1) Il Jano needle entra nel margine della ferita.
2) La punta esce distante dal bordo.
3) Il Jano needle non è completamente estratto, il filo elastico è ritirato.
4) L’ago è estratto nell’interno della ferita, a fianco del punto di ingresso.
5) Il Jano needle entra nel margine controlaterale.
6) La punta esce a uguale distanza dal bordo.
7) Il Jano needle non è completamente estratto, il filo è ritirato.
8) L’ago è estratto nell’interno della ferita, a fianco al punto d’ingresso. La sutura è perfettamente simmetrica.
9) il filo elastico è messo in trazione.
10) La sutura è annodata. I margini della ferita possono ora essere suturati senza tensione.

2.1

Cicatrice nel braccio revisionata con il filo Elasticum® dotato di ago atraumatico a due punte.

Il rivestimento di poliestere, colonizzato dalle cellule fibro-istiocitarie, stabilizza nel tempo la trazione.
I margini della ferita senza tensione possono essere suturati con una sutura intradermica. Alcuni punti di accostamento completano la sutura. Dal 2004 al 2007 presso l’Ospedale S. Marino di Genova sono state eseguite 125 escissioni di aree cicatriziali senza che si siano verificate complicanze.

Capurro S, Rosanna D.C., Gabrielli A, Capurro M.E., Serra Cervetti G.G. (2007): Revisione di cicatrice sulla coscia senza scollamento, con la sutura elastica dotata di ago atraumatico a due punte (Elasticum). CRPUB Medical Video Journal. Elastic Plastic Surgery section. www.crpub.org  

FAQ

La sutura elastica con l’ago a due punte può essere utilizzata per la revisione di tutte le cicatrici cutanee larghe?

Sì, la sutura elastica dotata di ago a due punte è particolarmente utile anche per suturare le ferite in tensione ad esempio per il round block dell’areola o per l’elastic arm lift short scar, per accostare i margini delle ferite nei pazienti intolleranti alle suture dermiche e sottocutanee riassorbibili.

Sembra una tecnica facile da realizzare?

Richiede precisione ma è facile. È necessario comprendere che la punta anteriore del Jano needle® diventa posteriore e la punta posteriore diventa anteriore. La manovra fissa il filo elastico e la trazione ad alcuni centimetri dal margine della ferita, in questo modo i lembi della ferita possono essere suturati senza tensione.

POST-PUBLICATION REVIEW

La tecnica di revisione delle cicatrici larghe con la sutura elastica e l’ago atraumatico a due punte, video pubblicazione (2), è stata utilizzata spesso e con successo. Con questa metodica non abbiamo più timore di residuare cicatrici inestetiche dopo ampie escissioni cutanee per neoformazioni, tatuaggi e cicatrici da trauma o da ustione. (30/07/15)