By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following in "Read more" button.

English

01. Elastic Face Lift of the cheeks without blunt dissection

KEYWORDS: face lifting, two-tipped needle, elastic suture.

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

Elastic lifting of the cheeks without blunt dissection of the skin is indicated in patients who wish to have facial volumes lifted without extensive incisions and without dissection of the tissues.
Lifting is carried out through small incisions of 4 or 5 mm after a centimetre of the sideburns has been shaved off. Once the incisions have been made, tweezers are used to reach the deep temporal fascia, which is the point of anchorage of the elastic thread. This elastic thread (Elasticum®, Korpo SRL) does not cut into the tissues and becomes an integrated suspensive ligament.
Lifting without blunt dissection is made possible by the two-tipped atraumatic needle (Jano needle®) designed, like the elastic thread itself, by the Capurro Research Group.
Following local anaesthesia of the areas marked out preoperatively on the skin, the tip of the Jano needle is inserted into the more lateral incision, travels through the deep subcutaneous tissues and emerges about 1 cm beyond the point previously marked. The needle must not be extracted completely. Once it has been pulled halfway out, the thread is pulled through. Depth marks on the shaft of the needle indicate how much of the tip remains in the tissues. When the posterior tip is 1 cm or ½ cm from the surface of the skin, the needle is rotated; the posterior tip now becomes anterior and travels in the direction of the medial incision. By moving the tip up and down, the operator checks that the pathway of the needle is not too superficial, as this would give rise to small irregularities of the skin. The needle emerges completely through the second incision. The traction effect at the angle of the jaw and the upper region of the neck is clearly visible.
The elastic thread is anchored to the deep temporal fascia.
The two-tipped needle emerges from the incision through which it entered. The thread is knotted, with slight elasticity being maintained. The extremity of the needle holder is used to push the knot deeper.
The second elastic thread is implanted.
The tip of the needle is inserted through the medial incision, travels through the deep subcutaneous tissues and emerges 1 cm beyond pre-established point. The thread is pulled through. Tweezers are used to prevent the thread from being extracted accidentally. The posterior tip of the needle now becomes anterior and travels towards the lateral incision, where it emerges.
The two-tipped needle now passes through the deep temporal fascia and emerges through the entry incision. The thread is knotted. A haemostatic material is used to ensure that the knots remain deep. In thin subjects, the small incisions are deeper than the deep temporal fascia, and the knots are buried within the temporal muscle.
The contralateral cheek is lifted in the same way.
The small incisions are made and the two-tipped needle is inserted. The anterior tip of the needle emerges 1 cm beyond the predetermined point. The needle is extracted up to the fifth depth mark on the shaft. The posterior tip now becomes anterior. The needle is moved up and down to check that the thread is not implanted too superficially, and then emerges through the medial incision. The traction on the tissues is evident.
The needle fixes the threat to the deep temporal fascia and then returns to its point of entry, where the thread is knotted. The second thread is now implanted. The posterior tip of the needle becomes anterior and travels towards the lateral incision, where the first thread was knotted. The needle emerges completely from the incision and then fixes the elastic thread to the deep temporal fascia, emerging from the entry incision, where the thread is knotted.

1.0

Face lift without blunt dissection.

1) The two-tipped Jano needle® is inserted into the small incision.
2) The needle emerges 1 cm beyond the predetermined point.
3) The elastic thread is pulled through.
4) The two-tipped needle is not completely extracted; the posterior tip becomes anterior.
5) The needle emerges through integral skin (if two threads are implanted, another small incision will be made to contain the second knot.
6) The two-tipped needle is entracted, but not completely.
7) The tip remaining in the tissues rotates in the direction of the entry incision.
8) The needle passes through the deep temporal fascia.
9) The two-tipped needle is entracted completely through the incision where it entered.
10) The elastic thread is placed under traction and knotted, permanently lifting the facial volumes.
The small skin alterations disappear within two or three weeks.

Elastic lifting of the cheeks without blunt dissection is less efficacious than an elastic MACS lift with dissection. Nevertheless, when the indications are correct, it offers a high degree of efficacy and, especially, is preparatory to more invasive face-lifting procedures.

1.1

Elastic face lift without dissection. The lifting effect on the malar, zygomatic and orbital regions and on the nasolabial fold is visible.

1.2

Elastic face lift without dissection.

From 2004 to 2008, we carried out this procedure on 54 patients, 8% of whom subsequently underwent elastic MACS lifting with minimal dissection.

Capurro S. (2007): Elastic lifting of the cheeks without blunt dissection. CRPUB Medical Video Journal. Elastic Plastic Surgery section. http://www.crpub.org

FAQ

For which patients is elastic face-lifting of the cheeks without dissection indicated?

For young patients who do not want the skin incisions that MACS lifting requires, or who have little skin to remove. These patients normally want an undemanding procedure that can improve the shape of the face and prevent subsequent drooping of facial volumes.

Can the Elasticum® thread also be used to improve the facial symmetry?

If asymmetry is due to gravitational ptosis, it can. In the areas of the face where drooping is most marked, several thread can be implanted. If, however, the asymmetry is due to the lack of adipose tissue, we can correct this by means of Adipofilling®.

Can the knots in the deep temporal fascia ulcerate?

All knots can ulcerate through small incisions, especially if the thread is thick, for example an EP4 thread, or the knot is very superficial. When Elasticum® EP 3.5 is used, ulceration of the knot is rare. If it does occur, it does so after several months, when the thread has become a stable ligament, at which time the knot can be removed without any untoward effect. The operator should take care to create a convenient pocket for the knot; if deemed necessary, a fragment of haemostatic collagen can be inserted into the incision, as seen in the video, in order to ensure that the knot remains deep.

Is elastic lifting of the cheeks without blunt dissection preparatory to elastic MACS lifting?

Yes. Very often patients who undergo this type of procedure have an elastic MACS lift 5 or 6 years later, with skin removal. Similarly, patients who undergo elastic MACS lifting often request elastic neck lifting. This latter is a truly extraordinary procedure, in that it does not require dissection of the neck tissues.

POST-PUBLICATION REVIEW

Video publication (1) is up to date. Elastic lifting of the cheeks without blunt dissection has displayed long-lasting efficacy and a good preventive effect against drooping! The procedure has proved particularly effective in correcting the lower third of the face in patients whose skin cannot easily be pinched at the sideburn. If the skin is easily pinchable, we perform elastic MACS lifting, with the removal of the excess vertical skin.
Elastic lifting of the cheeks without blunt dissection has also proved particularly useful in perfecting the results of MACS lifting and traditional facelifts. From a technical point of view, in this procedure and in elastic MACS lifting, we pay particular attention to the width of the bases of the isosceles triangles, which must be proportional to the volumes to be lifted. For example, the bases of the triangles will be wider if the face is broad than if it is slim.
Elastic lifting of the cheeks without blunt dissection has recently been combined with elastic lifting for “puppet” wrinkles (31). (30/07/15)

Italian

01. Elastic Face Lift delle guance senza scollamento

KEYWORDS: face lifting, two-tipped needle, elastic suture.

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

L’elastic face lift delle guance senza scollamento cutaneo è indicato nei pazienti che desiderano sollevare i volumi del volto senza tagli estesi e senza scollamento dei tessuti.
La sospensione avviene attraverso piccoli tagli di 4 o 5 mm eseguiti dopo aver rasato per un centimetro la basetta. Eseguiti i tagli, si raggiunge con una pinza la fascia temporale profonda sede di fissaggio della sutura elastica. Il filo elastico (Elasticum®, Korpo SRL) ha la caratteristica di non tagliare i tessuti e di integrarsi realizzando un legamento sospensivo.
La sospensione senza scollamento è resa possibile dall’ago atraumatico a due punte (Jano needle®) ideato, come il filo elastico, dal Capurro Research Group.
Eseguita l’anestesia locale nelle aree prestabilite dal disegno, s’introduce una punta del Jano needle nel piccolo taglio più laterale, si attraversano i tessuti sottocutanei profondi uscendo circa 1 cm dopo il segno prefissato. L’ago non deve essere estratto completamente. Estratta la metà dell’ago, si recupera il filo. Le tacche di profondità incise sul diametro dell’ago segnalano la porzione di punta ancora nei tessuti.
Quando la punta è a 1 cm o a ½ cm dalla superficie cutanea, l’estremità dell’ago è spostata e l’ago ritorna con la seconda punta in direzione del piccolo taglio mediale. Con movimenti dall’alto verso il basso si controlla che il decorso dell’ago non sia troppo superficiale perché darebbe luogo a piccole irregolarità della cute.
L’ago fuoriesce completamente dal secondo piccolo taglio.
L’effetto di trazione nell’angolo della mandibola e della regione superiore del collo è ben visibile.
La sutura elastica è fissata alla fascia temporale profonda.
L’ago a due punte esce dal taglio d’ingresso, dove la sutura è annodata mantenendo un minimo di elasticità.
La punta del portaaghi spinge il nodo in profondità.
S’impianta la seconda sutura elastica
La punta dell’ago entra nel piccolo taglio mediale, attraversa i tessuti sottocutanei profondi ed esce a 1 cm dal punto prefissato.
Il filo è ritirato. Una pinza impedisce l’estrazione involontaria del filo. L’ago ritorna indietro con la punta posteriore ed esce da taglio laterale.
L’ago a due punte attraversa ora la fascia temporale profonda ed esce dal taglio d’ingresso. La sutura è annodata. Un materiale emostatico mantiene i nodi in profondità. Nei soggetti magri i piccoli tagli oltrepassano la fascia temporale profonda e i nodi sono affondati nell’interno del muscolo temporale.
La guancia controlaterale è sollevata con lo stesso procedimento.
Eseguiti i piccoli tagli, s’introduce l’ago a due punte. La punta esce a 1 cm dal punto prefissato. L’ago è ritirato fino alla quinta tacca.
La punta posteriore ora diventa anteriore
L’ago è mosso dall’alto verso il basso per verificare che l’impianto non sia troppo superficiale ed è fatto uscire dal taglio mediale. La trazione dei tessuti è evidente.
L’ago fissa la sutura alla fascia temporale profonda e ritorna nel punto d’ingresso, dove è annodato. S’impianta ora la seconda sutura
La punta posteriore si dirige verso il piccolo taglio laterale, dove è stata annodata la prima sutura.
L’ago a due punte esce completamente dal taglio poi fissa il filo elastico alla fascia temporale profonda ed esce dal taglio d’ingresso, dove è annodato.

1.0

Face lift senza scollamento.

1) Introduzione dell’ago a due punte Jano needle® nel piccolo taglio.
2) L’ago a due punte fuoriesce a 1 cm dal punto prefissato.
3) Il filo elastico è ritirato.
4) L’ago a due punte non è completamente estratto, la punta posteriore diventa anteriore.
5) L’ago a due punte esce su cute integra (nel caso d’impianto di due suture è necessario un altro piccolo taglio, per contenere il secondo nodo).
6) L’ago a due punte è estratto ma non completamente.
7) La punta rimasta nei tessuti ruota nella direzione del piccolo taglio d’ingresso.
8) L’ago a due punte attraversa la fascia temporale profonda.
9) L’ago a due punte è completamente estratto dal piccolo taglio d’ingresso, dove è entrato.
10) La sutura elastica è trazionata e annodata sollevando in maniera permanente i volumi del volto.
Le piccole alterazioni cutanee spariscono in due o tre settimane.

L’elastic face lift delle guance, senza scollamento, pur essendo meno efficace di un elastic MACS lift con scollamento ha, nelle indicazioni corrette, un ottimo grado di efficacia e, soprattutto, è propedeutico ai face lift più invasivi.

1.1

Elastic face lift senza scollamento. Visibile l’effetto sospensivo sul malare, sulla regione zigomatica e orbitaria e sulla plica naso-labiale.

1.2

Elastic face lift senza scollamento.

Dal 2004 al 2008 sono stati operati 54 pazienti. L’8% di questi pazienti si è sottoposto in seguito a un MACS lift elastico con minimo scollamento.

Capurro S. (2007): Elastic Face Lift delle guance senza scollamento. CRPUB Medical Video Journal. Elastic Plastic Surgery section. http://www.crpub.org

FAQ

Per quali pazienti è indicato il face lift elastico delle guance senza scollamento?

Per pazienti giovani che non desiderano il taglio cutaneo intorno alla basetta, caratteristico del MACS lift, o che abbiano poca cute da asportare. Questi pazienti normalmente desiderano migliorare l’ovale del volto e prevenire la successiva caduta dei volumi, con un intervento poco impegnativo.

Con il filo Elasticum® è possibile migliorare anche la simmetria del volto?

Se l’asimmetria è dovuta a una ptosi gravitazionale, sì. Nella regione del volto più caduta è possibile impiantare un numero maggiore di fili. Se l’asimmetria è dovuta alla mancanza di tessuto adiposo, la correggiamo con l’Adipofilling®.

I nodi sulla fascia temporale profonda possono decubitare?

Tutti i nodi possono decubitare attraverso i piccoli tagli, soprattutto se il filo è grosso, ad esempio un EP4 o il nodo è molto superficiale. Con l’Elasticum® EP 3,5 il decubito del nodo è piuttosto raro e avviene dopo mesi, quando il filo si è trasformato in un legamento stabile e il nodo può essere rimosso senza conseguenze. L’operatore avrà cura di fare una tasca comoda per il nodo e, eventualmente, come si vede nel filmato, potrà inserire nel piccolo taglio un frammento di collagene emostatico, per mantenere il nodo in profondità.

L’intervento di elastic face lift delle guance senza scollamento dei tessuti è preparatorio all’elastic MACS lift?

Sì. Molto spesso i pazienti che fanno questo tipo d’intervento dopo 5 o 6 anni si sottopongono a un MACS lift elastico, con asportazione della cute, nello stesso modo i pazienti che si sottopongono al MACS lift elastico richiedono spesso l’Elastic Neck lift. Intervento questo ultimo veramente straordinario perché non richiede lo scollamento del collo!

POST-PUBLICATION REVIEW

La pubblicazione video (1) è attuale. L’Elastic Face Lift delle guance senza scollamento ha dimostrato un’efficacia duratura nel tempo e un buon effetto preventivo della ptosi gravitazionale! L’intervento è risultato specifico per correggere il terzo inferiore del volto nei pazienti in cui la cute alla basetta non è plicabile. Se la cute è plicabile la nostra scelta va al MACS lift elastico, con asportazione della cute verticale in eccesso.
L’Elastic Face Lift delle guance senza scollamento risulta particolarmente utile anche per perfezionare i MACS lift elastici e i facelift tradizionali. Da un punto di vista tecnico in questo intervento e nel MACS lift elastico abbiamo posto la nostra attenzione sulla larghezza della base dei triangoli isosceli che deve essere proporzionale ai volumi sollevati, ad esempio in un viso grosso le basi dei triangoli sono più larghe che nei visi magri.
Recentemente l’Elastic Face Lift delle guance senza scollamento è stato associato al lifting elastico delle rughe della marionetta (31). (30/07/15)