By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following in "Read more" button.

English

49. Elastic Canthopexy

KEYWORDS: Elastic canthopexy, eye elongation, round eyes, Elasticum suture, Jano needle

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

Lateral elastic canthopexy is a new Elastic Plastic Surgery procedure that enables round eyes to be elongated without operating on the canthus.
Elongating the eyes gives the patient a more youthful, fascinating look.
A dermographic pen is used to draw a straight line from a point 5 mm from the external canthus to the hairline. This line constitutes the lower side of an Isosceles triangle. Local anesthesia is carried out along the implantation pathway of the elastic thread (Elasticum EP4).
We designed this procedure because we realized that rejuvenating the eyes was an extremely important part of rejuvenating the patient's look. The operating technique is simple.
A 2 mm incision is made at the hairline. A Klemmer is used to create a deep cavity in which the knot of the thread will be lodged. The two-tipped Jano needle passes through the temporal fascia, where it anchors the elastic thread that forms the short side of the triangle.
The Jano needle is partially extracted; it is then rotated and travels through the superficial subcutaneous tissue in the direction of the canthus. At a distance of a few millimeters from the canthus, the two-tipped needle emerges until less than 5 mm of the posterior tip remains in the tissues. The apex of the tip is now shifted laterally by a few millimeters, in order to achieve a firmer anchorage in the lower lateral retinaculum. After traveling through the superficial subcutaneous tissue, the two-tipped needle emerges from the small skin incision.
The two ends of the elastic thread are placed under tension and knotted. The traction exerted acts on all the tissues lying within the triangle. Elastic canthopexy is complete and will remain stable over time, unless there is no structural failure of the tissues.
The patient's eyes have been elongated without having to operate on the canthus. The intervention is simpler and less invasive to those of traditional canthopexy procedures, in which the canthus is fixed to the periosteum of the orbital margin.

3D Elastic Cantopexy before and after.jpg

Capurro S. (2020): Elastic Canthopexy. CRPUB Medical Video Journal. Elastic Plastic Surgery section. www.crpub.org.

FAQ

If all the tissues within the triangles are placed under traction, does this mean that elastic canthopexy not only elongates the eye, but also draws the periocular tissues laterally?

Exactly. It is like placing three fingers on the temples and exerting tension laterally on the eyes. Elastic canthopexy is much simpler, more effective and does not present risks of canthoplasty and canthopexy. It also affects all the lateral tissues to the cantus.

Can elastic canthopexy be performed at the same time as face-lifting procedures?

Yes. It can be performed on its own if the patient only wants to elongate or reshape the eyes. However, when we perform elastic MACS lifting, we often suggest rejuvenating the eyes by means of elastic canthopexy during the same operation. Elastic canthopexy can also be carried out during lifting of the cheeks without dissection, and during lifting of the temples and eyebrows. Our eyes tend to become round with aging; elongating them makes them look younger and more fascinating. After elastic cantopexy we frequently perform upper blepharoplasty and if is necessary elastic lifting of the eyebrows. Of course, when we exploit the incision used for MACS lifting, we cannot slant the eyes to a great extent; if the patient wants "cat-like" eyes, a small access (even of only 2 mm) has to be made in a higher position. In this case, the thread is fixed to the  retinaculum immediately under the canthus.

What are the difficulties of the intervention?

To have a permanent result it is necessary that the tip of the Jano needle must cross the lateral retinaculum. The tip must pass through this more resistant fibrous tissue.

What precautions should be taken?

In this region, the pathway of the needle is not superficial; the thread should therefore be wetted before it is implanted. We use 10% glycerol in physiological solution, which is available in all pharmacies in Italy, or mannitol. The eyes to become round with aging; elongating them makes them look younger and more fascinating. 

POST-PUBLICATION REVIEW

No comments yet

Italian

49. Cantopessi elastica con la sutura Elasticum

KEYWORDS: Cantopessi elastica, allungamento degli occhi, occhi tondi, Elasticum suture, Jano needle

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

La cantopessi laterale elastica è un nuovo intervento dell’Elastic Plastic Surgery che consente di allungare gli occhi tondi, senza intervenire sul canto.
Allungare gli occhi significa ringiovanire lo sguardo e renderlo più fascinoso.
Si traccia con una penna dermografica una linea retta che parte a 5 mm dal canto esterno e arriva alla attaccatura dei capelli. La linea costituisce il lato inferiore di un triangolo isoscele. Si esegue l’anestesia locale nel tragitto di impianto del filo elastico (Elasticum EP4).
Abbiamo ideato questo intervento perché ci siamo accorti che il ringiovanimento degli occhi è di enorme importanza nel ringiovanimento dei pazienti. La tecnica operatoria è semplice.
Si esegue un’incisione di due mm all’attaccatura dei capelli. Con una Klemmer si realizza una cavita profonda idonea ad alloggiare il nodo. L’ago a due punte Jano needle attraversa la fascia temporale dove fissa il filo elastico, realizzando il lato corto del triangolo.
Il Jano needle è estratto parzialmente, poi è ruotato e prosegue nel tessuto sottocutaneo superficiale in direzione del canto. Arrivato a pochi mm dal canto l’ago a due punte esce parzialmente fino a quando rimangono meno di 5 mm di punta nei tessuti. L’apice della punta si sposta ora lateralmente di alcuni mm per realizzare una miglior presa nel retinaculum palpebrale. L’ago a due punte dopo aver attraversato il tessuto sottocutaneo superficiale esce dalla piccola incisione cutanea
I due capi del filo elastico sono trazionati ed annodati. La trazione ha effetto su tutti i tessuti compresi nel triangolo. La cantopessi elastica è completata e stabile nel tempo. Gli occhi sono stati allungati senza dover intervenire sul canto. L’intervento è semplice e meno aggressivo rispetto alle cantopessi tradizionali in cui il canto laterale è fissato al periostio del margine orbitario.

3D Elastic Cantopexy before and after

Capurro S. (2020): Cantopessi elastica. CRPUB Medical Video Journal. Elastic Plastic Surgery section. www.crpub.org.

FAQ

Se sono trazionati tutti I tessuti compresi nei triangoli, la cantopessi elastica non solo allunga l’occhio ma traziona lateralmente anche i tessuti perioculari?

Esatto. È come mettere tre dita sulle tempie e trazionare lateralmente gli occhi La cantopessi elastica è molto più semplice, efficace e molto meno rischiosa di tutti gli interventi di cantoplastica e cantopessi. Inoltre, ha effetto su tutti i tessuti laterali al canto.

La cantopessi elastica si può fare contemporaneamente ai lifting del volto?

Sì. Si può fare da sola se il paziente desidera solo allungare o modificare gli occhi. Quando si esegue un MACS lift elastico spesso suggeriamo di ringiovanire gli occhi con la cantopessi elastica nello stesso intervento. Si può eseguire anche durante il lifting delle guance senza scollamento e durante il lifting temporale e delle sopracciglia e anche durante le blefaroplastiche.
Invecchiando, i nostri occhi diventano tondi, allungarli significa ringiovanirli e renderli più fascinosi. Dopo la cantopessi elastica spesso si esegue la blefaroplastica superiore perché allungando gli occhi può rendersi più evidente la plica laterale delle palpebre superiori.

Quali avvertenze è necessario seguire?

In questa regione il passaggio dell’ago è subito sopra la fascia superficiale, quindi non è particolarmente superficiale. Anche la base del triangolo isoscele non è particolarmente stretta è uguale o superiore a 3 cm.
Il filo è normalmente bagnato prima dell’impianto con glicerolo 10% in soluzione fisiologica.
Quando il Jano needle arriva a pochi millimetri dal canto o meglio sotto la parte bassa del canto l’operatore sposta la punta dell’ago lateralmente e in profondità per attraversare il retinaculum laterale inferiore della palpebra, un tessuto fibroso denso che resiste alla trazione. Ci si accorge facilmente di averlo attraversato per la resistenza che presenta alla penetrazione dell’ago. Trazionare con un dito il canto mette in sicurezza queste manovre dell’ago a due punte. Il punto di fissaggio con una sutura 5-0 Quick del filo al retinaculum è facoltativo. Piccole variazione della tecnica sono comunque sempre possibili in questo intervento promettente ma recente.

POST-PUBLICATION REVIEW

No comments yet