By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following in "Read more" button.

English

44. Elastic Rhinoplasty

KEYWORDS: elastic rhinoplasty, rhinoplasty with elastic thread, Elasticum, shortening of the tip of the nose

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

A long nose can be shortened, and the tip reshaped by implanting an elastic thread through a 2 mm incision.
Elastic lifting of the nose has not only an esthetic objective, but also a functional purpose. Indeed, by correcting the nasolabial angle, this procedure improves the patient's breathing.
A 2 mm incision is made at the point where the nasal bones meet the frontal bone. The preoperative design is drawn along the sides of the nose. The line is drawn between the curved surface of the bridge of the nose and the plane surface of the ascending processes of the maxilla. The line continues along the nose-tip, passing halfway between the upper extremity of the nostrils and the apex of the tip of the nose. The design is completed by marking the inferior margins of the ascending processes of the maxilla, which delimit the safest area of intervention.
An arrow is drawn to indicate the deviation of the septum, which can be corrected by means of a rhinofiller once the nose has been shortened.
An anti-staphylococcal antibiotic ointment is applied inside the nostrils. Local anesthesia is carried out at the base of the nasal pyramid. A third of a milligram of epinephrine is added to 10 ml of 2% lidocaine or 2% mepivacaine. A 2.5 ml syringe and a 4 cm long 27 G needle are used.
After anesthetizing the base of the nasal pyramid, the operator injects the anesthetic along the lower line of the design.
A skin incision is made with a microsurgery scalpel. A fine Klemmer is used to create a deep cavity to house the knot.
The two-tipped Jano needle is slightly curved. The tip of the needle is inserted in depth into the small incision and anchors the elastic thread (Elasticum EP4, Korpo) to the deep tissues of the procerus muscle. The needle partially emerges along the horizontal line of the design. The elastic thread is pulled through. As always, a Klemmer is fixed to the end of the thread.
The needle is extracted until 5 mm of the posterior tip remains in the tissues. It is then rotated and continues along its pathway, partially emerging on the line of the inferior margin of the ascending process of the maxilla. The elastic thread is pulled through. The needle is extracted until 5 mm of the tip remains in the tissues. It then rotates in the direction of the design. This is the point of passage from the bony portion of the nose to the cartilaginous portion. Along the anterior pathway between the two ascending processes of the maxilla, there is no longer a bony plane that can prevent the needle from accidentally piercing the nasal cavities. To facilitate the passage of the needle between the skin and the cartilages, the assistant uses a 2.5 mL syringe to inject a solution of local anesthetic immediately beneath the skin, in order to increase the distance between the skin and the underlying cartilaginous structures. This enables the two-tipped needle to pass through safely. The needle partially emerges from the tip of the nose. The elastic thread is pulled through. The anesthetic solution is then used to swell the pathway of the elastic thread over the alar cartilages. The Jano needle is extracted until less than 5 mm of the tip remains in the tissues. It then rotates and follows its pathway, partially emerging from the nose-tip. The elastic thread is pulled through and placed under tension. The two-tipped needle is partially extracted until less than 5 mm of the posterior tip remains in the tissues. It is then rotated and travels through the space between the skin and the cartilage. The Jano needle is again extracted and rotated in order to follow the preoperative design. Once in proximity to the entry incision, the needle partially emerges. The elastic thread is pulled through and placed under tension. When 5 mm of the posterior tip remains in the tissues, the needle anchors the thread to the deep tissues of the procerus and exits through the small incision. The two ends of the elastic thread are placed under tension and are knotted under the guidance of the tip of a Klemmer.
The small incision is sutured with an absorbable thread.
The result is optimal and stable over time. The acute nasolabial angle has been corrected.

Elastic Rhinoplasty

Capurro S. (2019): 3D Elastic Rhinoplasty. CRPUB Medical Video Journal. Elastic Plastic Surgery section, www.crpub.org.

FAQ

Can elastic lifting of the nose be performed on all noses?

It can be performed on noses that have a mobile tip. Noses with very evident bony defects are not suited to this procedure; in such cases, we carry out traditional rhinoplasty. Elastic lifting of the nose can improve the appearance of a high percentage of noses that are deemed to be too long. This economical mini-invasive procedure makes "normal" noses look cute. The elastic thread can also be used to correct noses with an acute nasolabial angle that makes breathing difficult.

When the two ends of the elastic thread are placed under tension, do they have to be pulled hard?

Yes. Suspension of the nose-tip has to be "over-corrected". It must be borne in mind that there may be as much as 7 to 10 ml of anesthetic in the nose. When the anesthesia and the edema subside, the tip of the nose will descend by a few millimeters.

What recommendations are there after the procedure?

Before suturing the 2 mm incision, we often insert a hemostatic sponge into the cavity; this serves to maintain the knot in depth. Every day, the patient should apply an anti-streptococcal ointment and a small sticking-plaster to the sutured incision. In the first few days, the ointment should also be applied to the nostrils. A "sling" sticking-plaster to support the nose-tip and a few plasters on the bridge of the nose complete the medication.

If there are alterations of the bridge of the nose, do you use a rhinofiller?

Pre-existing alterations of the bridge of the nose are normally attenuated after elastic suspension, and can be corrected by means of a rhinofiller.

What type of rhinofiller?

I use non-cohesive cross-linked hyaluronic acid diluted to 40%.

 

POST-PUBLICATION REVIEW

No comments yet

Italian

44. Rinoplastica elastica

KEYWORDS: rinoplastica elastica, rinoplastica con il filo elastico, Elasticum, accorciamento della punta del naso, Jano needle

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

I nasi lunghi possono essere accorciati e la punta può essere ristretta con un’incisione di 2 millimetri e l’impianto di un filo elastico.
Il lifting elastico del naso non ha solo una valenza estetica ma anche funzionale. L’intervento corregge l’angolo nasolabiale migliorando la respirazione.
Una incisione di due millimetri è effettuata nel punto di passaggio tra le ossa nasali e l’osso frontale. Il disegno continua ai lati del naso. La linea è eseguita nel passaggio tra la superficie curvilinea del dorso nasale e quella piana dei processi montanti del mascellare. Il disegno prosegue sulla punta del naso passando a metà strada tra l’estremità superiore delle narici e l’apice della punta del naso. Si completa il disegno segnando il margine inferiore dei processi montanti del mascellare che delimitano l’area più sicura dell’intervento.
Si segna con una freccia la deviazione del setto che potrà essere corretta con un rinofiller, dopo l’accorciamento del naso.
Una pomata antibiotica antistafilococcica è applicata nelle narici.
Si esegue l’anestesia locale alla base della piramide nasale. Un terzo di milligrammo di epinefrina è unito a 10 ml di lidocaina 2% o di mepivacaina 2%. Si utilizza una siringa da 2,5 ml e un ago 27 G lungo 4 cm.
Dopo aver anestetizzato la base della piramide nasale l’operatore inietta la linea inferiore del disegno.
Con un microbisturi si esegue l’incisione cutanea. Una sottile Klemmer crea uno spazio profondo idoneo all’alloggiamento del nodo.
L’ago a due punte è leggermente curvato ad arco. La punta del Jano needle entra in profondità nella piccola incisione e fissa il filo elastico (Elasticum EP4, Korpo) ai tessuti profondi del procero. Il Jano needle esce parzialmente lungo la linea orizzontale del disegno. Il filo elastico è ritirato. Come sempre una Klemmer è pinzata sull’estremità del filo.
L’ago è estratto fino a quando rimangono 5 millimetri di punta nei tessuti poi è ruotato e continua il suo percorso uscendo parzialmente sulla linea del margine inferiore del processo montante del mascellare. Il filo elastico è ritirato. Il Jano needle è estratto fino a quando rimangono 5 millimetri di punta nei tessuti poi è ruotato in direzione del disegno. Questo è il punto di passaggio dalla parte ossea del naso a quella cartilaginea. Nel tragitto anteriore tra i due processi montanti del mascellare, non c’è più un piano osseo che impedisca all’ago di entrare per errore nelle cavità nasali. Per facilitare il passaggio dell’ago a due punte tra la cute e le cartilagini, l’Aiuto inietta con una siringa da 2,5 ml, una soluzione anestetica locale subito sotto la cute, per aumentare la distanza tra questa e le strutture cartilaginee sottostanti. L’accorgimento permette un percorso sicuro dell’ago a due punte. L’ago esce parzialmente dalla punta del naso. Il filo elastico è ritirato. Si gonfia con la soluzione anestetica il tragitto del filo elastico sulle cartilagini alari. Il Jano needle è estratto fino a quando rimangono meno di 5 millimetri di punta nei tessuti, poi ruota e segue il percorso uscendo parzialmente dalla punta. Il filo elastico è ritirato e messo in tensione. L’ago a due punte è estratto parzialmente fino a quando rimangono meno di 5 millimetri di punta nei tessuti poi è ruotato e attraversa lo spazio tra la cute e la cartilagine. Il Jano needle è nuovamente estratto e ruotato per seguire il disegno preoperatorio. Arrivato in prossimità dell’incisione di accesso l’ago esce parzialmente. Il filo elastico è ritirato e messo in tensione. Quando rimangono 5 millimetri di punta nei tessuti l’ago fissa il filo ai tessuti profondi del procero ed esce dalla piccola incisione. I due capi del filo elastico sono trazionati e, sotto la guida della punta della Klemmer, sono annodati.
La piccola incisione è suturata con un filo riassorbibile.
Il risultato è ottimale e stabile nel tempo L’angolo nasolabiale acuto è stato corretto.

Rinoplastica Elastica

Capurro S. (2019): Rinoplastica elastica. CRPUB Medical Video Journal. Elastic Plastic Surgery section, www.crpub.org.

FAQ

Il lifting elastico del naso si può eseguire in tutti i nasi?

Si può eseguire nei nasi che hanno una punta mobile. Evitiamo anche i nasi con difetti ossei troppo evidenti che operiamo di rinoplastica tradizionale. Il lifting del naso elastico può migliorare l’estetica di una elevata percentuale di nasi ritenuti lunghi. I nasi “normali” sono resi sbarazzini con un intervento mininvasivo e poco costoso. Il filo elastico corregge anche i nasi con angolo nasolabiale acuto, che hanno difficolta respiratoria

Quando si trazionano i due capi del filo elastico è necessario tirare molto?

Sì. È necessario ipercorreggere la sospensione della punta. L’operatore deve tenere presente che nel naso ci sono anche dai 7 ai 10 ml di anestesia. Quando l’anestesia e l’edema scompaiono la punta del naso scende di alcuni millimetri.

Che avvertenze ci sono nel postoperatorio?

Prima della sutura della incisione di 2 millimetri spesso mettiamo nell’interno della cavità una spugna emostatica che serve a mantenere il nodo in profondità. Sulla incisione suturata facciamo applicare tutti i giorni la pomata antistreptococcica seguita da un piccolo cerotto. La pomata sarà applicata dal paziente nelle narici nei primi giorni postoperatori. Un cerotto a fionda che sollevi la punta del naso e alcuni cerotti sul dorso completano la medicazione.

Se ci sono alterazioni del dorso nasale si utilizza un rinofiller?

Le alterazioni preesistenti del dorso nasale normalmente si minimizzano dopo la sospensione elastica e si correggono con un rinofiller.

Che tipo di rinofiller?

Utilizzo un acido ialuronico cross linkato non coesivo e diluito al 40%.

POST-PUBLICATION REVIEW

No comments yet