By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following in "Read more" button.

English

25. Liposuction and immediate implantation of an elastic thread between the two fasciae of Loré to treat a double chin

KEYWORDS: double chin surgery, double chin lifting, neck liposuction, neck lift with elastic thread.

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

The accumulation of fat in the anterior region of the neck can be very unsightly. This defect, known as a double chin, can now be corrected by means of liposuction and the immediate implantation of a suspensive elastic thread, which immediately redefines the cervicomandibular angle. The thread is implanted through an incision 1 cm in length behind the lobe of one ear. This ambulatory procedure is performed under local anaesthesia.
Liposuction is carried out through two horizontal incisions a few mm in length at the sides of the double chin. One incision will be used to aspirate the fat under the chin; the other, lower than the first, will enable the operator to aspirate the fat located beneath the cervicomandibular line.
A 10 mL syringe is used to aspirate the fat. The aspiration cannula has a small diameter, about 2 mm. Performing liposuction through a small cannula takes longer, but has the advantage that numerous horizontal tunnels can be created. These tunnels give rise to horizontal retraction of the skin, which is essential to obtaining the desired result. In the past, this procedure would have terminated with liposuction; the patient would have worn a compressive bandage for two weeks and the result would have been seen a few months later. Today, however, the implantation of an elastic thread between the two fasciae of Loré means that the result is immediate and the cervicomandibular angle is far better defined. Elastic suspension eliminates the weight of the underlying tissues, thereby enabling the tissues that have undergone liposuction to retract completely and rapidly.
As always, the elastic thread is implanted through a 1 cm incision behind the lobe of one ear. The skin above the fascia of Loré is dissected. The dissected skin is lifted with a retractor and a 16.5 cm two-tipped Jano needle is inserted into the cavity. The needle follows the design of the cervicomandibular angle.
The Jano needle is partially extracted and the elastic thread is pulled through. The depth-marks on the shaft of the needle are counted. The posterior tip of the needle now becomes anterior and passes through the fascia of Loré, anchoring the elastic thread. The needle then continues along its pathway deep beneath the cervicomandibular angle, following the preoperative design. The needle is partially extracted and the elastic thread is pulled through. When ½ cm of the posterior tip remains in the tissue, the Jano needle is rotated through 180° and continues to travel along the preoperative line. The two-tipped needle partially emerges. The elastic thread is pulled through and placed under tension. Again, the needle is rotated through 180° and travels towards the contralateral fascia of Loré. In this case, the operator has kept the needle too superficial, and the assistant points out an introflection of the skin. The operator therefore pulls the needle back and repositions it more deeply. No introflection of the skin can now be seen and the Jano needle completes its pathway, partially emerging at the level of the tragus. The operator counts the depth-marks. When 1 cm of the tip remains in the tissues, the needle penetrates the fascia of Loré and follows a pathway located about 1 cm above the previous one. The two-tipped needle partially emerges, avoiding the incision used for liposuction. The elastic thread is pulled through and placed under tension. The operator tugs on the thread several times to ensure that it is firmly anchored to the fascia of Loré. The depth-marks on the needle are counted. The needle is rotated through 180° and continues along its pathway. The two-tipped needle is partially extracted and the elastic thread is pulled through. The depth-marks on the needle are counted; when ½ cm of the tip remains in the tissues, the needle is rotated through 180° and continues in the direction of the fascia of Loré, where it penetrates the cavity created by means of the initial dissection. The two-tipped needle partially emerges in front of the tragus. The elastic thread is placed under tension. The operator counts the depth-marks. When 1 cm of the tip remains in the tissues, the Jano needle is rotated in the cavity lifted by the retractor and emerges from the initial incision. The two ends of the elastic thread are placed under tension and knotted.
The neck appears perfectly defined. Massaging from the centre outwards distends the skin along the elastic thread stretched between the two fasciae of Loré. The operator sutures the small incision with a re-absorbable thread.
The result is immediate and optimal. Six months later, the advantages of the elastic procedure are evident. Although the patient has lost weight, the cervicomandibular angle remains perfectly well-defined and the mandibular arch is clearly delineated. Immediate suspension of the neck has enabled perfect and rapid.

25.0

Rava C. (2013): 25)Liposuction and immediate implantation of an elastic thread between the two fasciae of Loré to treat a double chin. CRPUB Medical Video Journal. Elastic Plastic Surgery section. http://www.crpub.org

FAQ
How long does the effect of suspension of the neck tissues with the elastic thread last?

Suspension is permanent because it is carried out between two fixed points, the two fasciae of Loré.

What advantages does using the suspensive elastic thread have over the traditional procedure?

Suspensive elastic neck lifting after liposuction to treat a double chin enables an excellent result to be achieved immediately. The cervicomandibular angle is much better defined and the jaw also becomes well delineated. By eliminating the weight of the tissues, elastic suspension allows complete retraction of the area subjected to liposuction. The elastic thread is neither visible nor palpable, and becomes integrated into the tissues within a few weeks after implantation.

In patients with excess skin, might it be useful to run the liposuction cannula through several times, without aspirating, in order to facilitate retraction of the skin?

Yes, it could be very effective. Reducing the subcutaneous tissue could be useful in any case. Moreover, slackness of the platysma muscle and skin under the chin can easily be corrected by implanting another two elastic traction threads and anchoring them to the two fasciae of Loré.

How do you draw out the exact pathway where the suspensive elastic thread is to be implanted?

The surgeon and the assistant press the skin upwards above the angle of the jaw. The patient has to bend his neck until the cervicomandibular angle appears; this is then marked out with a dermographic pen.

In cases of “turkey neck”, is there no longer any need to make an incision under the chin and to remove a portion of the platysma?

An incision under the chin is almost never made. The elastic thread is able to suspend the tissues of the neck, restoring them to their original position. All defects can be corrected by means of the elastic thread, without blunt dissection and without the removal of skin. In the most severe cases, the skin can be treated by means of Electroporo Cosmesis, followed by the application of resorcin. When the skin is no longer subjected to the pull of gravity, it rapidly shortens and is remodelled.

POST-PUBLICATION REVIEW

No comments yet

Italian

25. Liposuzione del doppio mento con impianto immediato di un filo elastico fra le due fasce di Loré

KEYWORDS: correzione del doppio mento, liposuzione del collo, lifting del doppio mento con il filo elastico.

You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.

L’accumulo di grasso nella regione anteriore del collo costituisce un grave inestetismo. Oggi questo inestetismo, conosciuto come doppio mento, è immediatamente correggibile con la liposuzione e l’impianto di un filo elastico sospensivo che ridefinisce subito l’angolo cervico mandibolare. L’impianto avviene attraverso una incisione di un centimetro dietro il lobo di un orecchio. L’intervento è ambulatoriale in anestesia locale.
La liposuzione avviene attraverso due incisioni orizzontali di pochi millimetri ai lati del doppio mento. Una incisione servirà ad aspirare il grasso sottomentoniero, la seconda incisione più bassa, consentirà di aspirare il grasso che si trova al di sotto della linea cervico mandibolare.
Per l’aspirazione del grasso si utilizza una siringa da 10 ml. La cannula di aspirazione è di piccolo diametro, circa 2 mm. Con la cannula piccola la liposuzione è meno rapida ma ha il vantaggio di realizzare numerosi tunnel a decorso orizzontale (AUMENTARE TEMPO DELLA LIPOSUZIONE). I tunnel danno luogo a una retrazione cutanea orizzontale, essenziale per ottenere il risultato desiderato. Un tempo l’intervento sarebbe terminato dopo la liposuzione. Il paziente avrebbe indossato una fascia contenitiva per due settimane e il risultato si sarebbe visto dopo alcuni mesi. Oggi con l’impianto del filo elastico tra le due fasce di Loré il risultato è immediato e l’angolo cervico mandibolare è molto meglio definito. La sospensione elastica eliminando il peso dei tessuti sottostanti consente la completa e rapida retrazione dei tessuti sottomentonieri sottoposti alla liposuzione.
L’impianto del filo elastico avviene come sempre da una incisione di 1 cm dietro il lobo di un orecchio. Si scolla la cute sopra la fascia di Loré. Si solleva la cute scollata con un divaricatore e si introduce nella cavità l’ago a due punte di 16,5 cm. (METTERE 16,5 ED EP3,5). L’ago a due punte segue il disegno dell’angolo cervico-mandibolare.
Il Jano needle è parzialmente estratto e il filo elastico è ritirato. Si contano le tacche di profondità. La punta posteriore ora diventa anteriore e attraversa la fascia di Loré fissando il filo elastico. Il Jano needle continua il suo percorso nella profondità dell’angolo cervico mandibolare, seguendo il disegno preoperatorio. L’ago è parzialmente estratto e il filo elastico è ritirato. Quando rimane nel tessuto ½ cm di punta il Jano needle è ruotato di 180°e continua il suo percorso seguendo il disegno prefissato. L’ago a due punte esce parzialmente. Il filo elastico è ritirato e messo in tensione. Il Jano needle ruota nuovamente di 180° e si dirige verso la fascia di Loré controlaterale. In questo percorso l’operatore è troppo superficiale e l’Aiuto gli fa notare una introflessione cutanea. L’operatore ritira l’ago a due punte e lo riposiziona più in profondità. La cute ora non mostra alcuna introflessione e il Jano needle completa il suo percorso uscendo parzialmente a livello de trago. L’operatore conta le tacche di profondità. Quando rimane un centimetro di punta nei tessuti, penetra nella fascia di Loré e prosegue il suo decorso circa un cm sopra il precedente tragitto. L’ago a due punte esce parzialmente evitando l’incisione della liposuzione. Il filo elastico è ritirato e messo in tensione. Trazioni ripetute confermano il fissaggio stabile del filo alla fascia di Loré. Si contano le tacche di profondità. Il Jano needle ruota di 180° e prosegue il suo percorso.
L’ago a due punte è parzialmente estratto. Il filo elastico è ritirato. Si contano le tacche di profondità. Quando rimane ½ cm di punta nei tessuti il Jano needle è ruotato di 180°e prosegue in direzione della fascia di Loré dove penetra nella cavità realizzata con lo scollamento iniziale. L’ago a due punte esce parzialmente davanti al trago. Il filo elastico è messo in tensione. L’operatore conta le tacche di profondità. Quando rimane 1 cm di punta nei tessuti il Jano needle ruota nella cavità sollevata dal divaricatore per uscire dall’incisione iniziale. I due capi della sutura elastica sono messi in tensione e annodati.
Il collo appare perfettamente definito. Un massaggio dal centro alla periferia distende la cute sul filo elastico teso tra le due fasce di Loré. L’operatore sutura la piccola incisione con un filo riassorbibile.
Il risultato immediato è ottimale. A distanza di 6 mesi i vantaggi della procedura elastica sono evidenti. Nonostante la paziente sia dimagrita l’angolo cervico mandibolare è rimasto perfettamente definito e l’arco mandibolare ben delineato. La sospensione immediata del collo ha permesso una rapida e perfetta retrazione dei tessuti sottoposti a liposuzione orizzontale con cannula di piccolo diametro.

25.0

Rava C. (2013): Liposuzione del doppio mento con impianto immediato di un filo elastico fra le due fasce di Loré. CRPUB Medical Video Journal. Elastic Plastic Surgery section. http://www.crpub.org

FAQ

Quanto dura la sospensione dei tessuti del collo con il filo elastico.

La sospensione è permanente perché è effettuata tra due punti fissi, le due fasce di Loré

Quali sono i vantaggi dell’utilizzo del filo elastico sospensivo rispetto all’intervento tradizionale?

Il Neck lift elastico sospensivo, eseguito dopo la liposuzione del doppio mento, consente di ottenere subito un risultato eccellente. L’angolo cervico mandibolare risulta molto meglio definito. Anche la mandibola diventa ben delineata. La sospensione elastica, eliminando il peso dei tessuti consente la completa retrazione dell’area sottoposta alla liposuzione. Il filo elastico non si vede e non è palpabile e in poche settimane si integra con i tessuti dove è impiantato.

Può essere conveniente eseguire nei pazienti con eccesso cutaneo, molti passaggi della cannula da liposuzione, senza aspirare, per favorire la retrazione cutanea?

Sì, potrebbe essere efficace. Una riduzione del tessuto sottocutaneo potrebbe comunque essere utile. Ricordo che la lassità sottomentoniera del muscolo platisma e della cute è facilmente correggibile con l’impianto di altri due fili elastici di trazione, fissati alle due fasce di Loré.

Come si segna il tragitto esatto dove verrà impiantato il filo elastico sospensivo?

Bisogna che il chirurgo e l’Aiuto spingano in alto la cute sopra l’angolo della mandibola. Il paziente deve piegare il collo fino a quando non appare l’angolo cervico mandibolare che è segnato con la penna dermografica.

Nel collo da tacchino non si interviene più con una incisione sottomentoniera e con l’asportazione del platisma?

L’incisione sottomentoniera non è quasi mai eseguita. La sutura elastica con il Jano needle è in grado di trazionare e sospendere i tessuti del collo riportandoli alla loro posizione originaria. Tutti i difetti possono essere corretti con il filo elastico, senza scollamenti e senza asportazione cutanea. Nei casi più severi è possibile agire sulla cute con l’Electroporo Cosmesis seguita dall’applicazione di resorcina. Una cute non più sottoposta alla trazione gravitazionale si accorcia e si rimodella velocemente.

POST-PUBLICATION REVIEW

No comments yet